Oli essenziali antistress: 3 ricette

L’aromaterapia usa gli oli essenziali, ossia le sostanze volatili e fortemente odoranti delle piante, per stimolare il benessere della mente e del corpo.

In Italia alcuni scienziati si sono occupati, soprattutto tra gli anni Venti e Trenta, degli effetti psicologici degli oli essenziali. I dottori Renato Cayola e Giovanni Gatti pubblicarono nel 1922 un articolo sull’effetto delle essenze sul sistema nervoso. In particolare, ne studiarono, eseguendo innumerevoli misurazioni, l’effetto stimolante o sedativo sulla frequenza respiratoria, sulla pressione e sulla circolazione del sangue; inoltre ne provarono scientificamente la potenzialità germicida. Il maggior studioso dei derivati vegetali del secolo scorso, professore Paolo Rovesti (1902-1983), dedicò uno studio agli effetti psicologici degli oli essenziali e li utilizzò con pazienti affetti da disturbi psichici quali depressione e crisi di panico.

Oggi l’aromaterapia suscita in tutto il mondo l’interesse di medici, profani, naturopati e ricercatori, viene impiegata anche in ospedali, case per anziani, ambulatori ed è utilizzata nei centri benessere e nelle saune. Gli oli essenziali sono un ingrediente indispensabile nella pratica degli aufguss in sauna.

Gli oli essenziali in commercio sono tanti ed ognuno ha determinate proprietà, così come diversi sono gli usi che se ne possono fare, dalla lampada per aromi, alle inalazioni, ai bagni, agli impacchi, ai massaggi, alle saune.

Una nota importante sulla qualità: preferite sempre oli essenziali puri al 100%, evitando quelli che, costando decisamente di meno, hanno percentuali spesso troppo basse dell’essenza.

Io uso gli oli essenziali con la lampada per aromi ottenendone un effetto armonico e rilassante. Qui voglio darvi tre ricette che, ne sono sicura, non vi deluderanno, ma prima vi racconto qualcosa sulle 4 essenze che le compongono.

Lavanda
Lavanda

Olio essenziale di Lavanda

  • Ottimo rimedio per ogni tipo di bruciatura e in caso di punture di insetti, in particolare vespe ed api: si applica pura (una vera eccezione nell’aromaterapia);
  • Utile su ferite, eczemi, foruncoli, dermatiti, herpes, ulcere alle gambe, dolori reumatici, nevriti, dolori muscolari, sciatica: può essere usata in impacco con acqua, mescolata ad argilla, in bagni, massaggi, spray e applicazioni cutanee;
  • Ottima contro il mal di testa: si utilizza con impacchi freddi da mettere sulla fronte;
  • Molto indicata contro raffreddore, influenze e bronchiti in quanto svolge un’azione antisettica per le vie respiratorie ed aumenta le difese immunitarie: usatela per inalazioni;
  • aiuta ad abbassare la pressione alta ed è un buon rimedio per rinforzare e proteggere il cuore; si usa anche contro l’aritmia, le palpitazioni o i dolori cardiaci di origine nervosa: perfetta nella lampada per aromi, ma anche sotto forma di applicazioni del prodotto diluito nella regione cardiaca;
  • è un rigeneratore naturale delle cellule, disintossica, riequilibra, addolcisce e stimola la circolazione in ogni tipo di pelle, soprattutto quelle secche; come il Neroli, di cui vi parlerò più avanti, aiuta la formazione di nuove cellule epiteliali e quindi è un ottimo rimedio antinvecchiamento: usatela nelle lampade per aromi;
  • negli shampoo e nelle lozioni contrasta la caduta dei capelli ed è particolarmente consigliata contro la forfora: se del caso, aggiungetene una goccia al vostro shampoo;
  • si otterrà una meravigliosa profumazione se aggiungerete direttamente l’essenza nell’ultimo risciacquo della lavatrice.
Rose
Rose

Olio essenziale di Rosa

  • Equilibra gli eccessi, soprattutto quelli che hanno a che fare con il cuore, dona fiducia nei momenti di affanno e dolore, libera dalle sofferenze dell’anima, consola la tristezza e apre all’amore, all’amicizia e alla solidarietà; l’olio essenziale di rosa può calmare o tonificare, a seconda delle esigenze: usalo come profumo d’ambiente o nelle miscele per il massaggio o per il bagno, nella lampada per aromi e, in piccolissime quantità, può essere usato anche direttamente sulla cute, strofinandone una goccia sul polso o sulla regione cardiaca;
  • è antinfiammatorio, tonificante e antispasmodico; in combinazione con l’olio essenziale di melissa (entrambi diluiti in olio di jojoba) calma il mal di testa;
  • regola il sistema ormonale, purifica e fortifica l’utero, regolarizza le mestruazioni e ne calma gli spasmi;
  • è l’olio essenziale più adatto per la cura della pelle dei bambini, avendo la minore tossicità in assoluto.
Fiori d'arancio
Fiori d’arancio

Olio essenziale di Neroli (fiori di Arancio)

  • è un meraviglioso rimedio contro la paura, le situazioni di shock o depressione ed è un valido tranquillante naturale; stabilizza e tira su il morale, distende quando la tensione è eccessiva e dona forza quando le situazioni sembrano sfuggirci di mano; è efficace per placare l’ansia da esami: va bene nella lampada per aromi, nei profumatori per ambienti e nei bagni, oppure mettendo poche gocce di essenza su un fazzoletto e di tanto in tanto inspirarne l’aroma;
  • è un ottimo coadiuvante nel trattamento dell’ipertensione;
  • efficace come regolarizzatore ormonale nelle donne perché i disturbi della sindrome premestruale e quelli legati al climaterio possono essere efficacemente trattati con questo prodotto;
  • ottimo per ogni tipo di pelle, favorisce l’eliminazione delle cellule epiteliali morte, stimola la produzione di quelle nuove e quindi una rigenerazione della pelle: un impacco caldo-umido di olio di Neroli sul viso ha un piacevole effetto antistress e rilassante.
Fiori di pompelmo
Fiori di pompelmo

Olio essenziale di Pompelmo

  • Stimola la parte del cervello (il talamo) preposta alla produzione di sostanze chimiche, favorendo la produzione di encefaline, che garantiscono benessere ed euforia; l’olio è pertanto ottimo quando ci si sente depressi o giù di morale, in stati di ansia, stress e paura, perché trasmette gioia di vivere, leggerezza e benessere, aiuta ad avere fiducia in sé stessi;
  • ha un effetto tensore sulla pelle, di cui migliora anche l’irrorazione sanguigna e viene pertanto impiegato nei casi di cellulite; evitare l’esposizione diretta al sole dopo averlo applicato sulla pelle perché ha un effetto foto sensibilizzante;
  • contribuisce a bruciare i grassi durante una dieta: da impiegare in massaggi e bagni.

 

Ecco dunque le 3 ricette di oli essenziali con effetto rasserenante ed antistress:

Antistress:

Lavanda 4 gocce, Rosa 2 gocce

Raggio di sole (antidepressivo, rasserenante):

Rosa 3 gocce, Neroli 2 gocce

Bella vista (antidepressivo, dà fiducia).

Pompelmo 8 gocce, Neroli 2 gocce.

Ok, ora è venuto il momento di provarli. Non spaventatevi del prezzo degli oli essenziali di Neroli e di Rosa, perché sono tra i più cari, ma non ve ne pentirete.

Leggi anche Gli oli essenziali dell’Alto Adige

Cinzia Malaguti

 

Bibliografia:

S. Fischer-Rizzi, Profumi celestiali, Milano, Tecniche Nuove, 2014

 

2 pensieri riguardo “Oli essenziali antistress: 3 ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *