Alimenti per la salute degli occhi

Tra i tanti benefici di una alimentazione ricca di vegetali e di pesce ci sono anche quelli che riguardano la salute degli occhi: protezione contro il glaucoma, riduzione del rischio di sviluppare cataratta, protezione della retina dal danno ossidativo, protezione dalla degenerazione maculare, riduzione dell'affaticamento visivo, riduzione della secchezza oculare. I risultati delle ricerche.

994
Occhio umano

Tra i tanti benefici per la salute di una alimentazione ricca di vegetali e di pesce ci sono anche quelli che riguardano la salute degli occhi. Dalla protezione contro il glaucoma alla riduzione del rischio di sviluppare cataratta, dalla protezione della retina dal danno ossidativo alla protezione dalla degenerazione maculare, dalla riduzione dell’affaticamento visivo alla riduzione della secchezza oculare, sono gli effetti sulla salute degli occhi dei nutrienti contenuti in verdura, frutta e pesce.

Secondo lo studio più recente pubblicato sulla prestigiosa rivista JAMA Ophthalmology, una dieta ricca di verdure, soprattutto di quelle a foglie verdi, sarebbe efficace nella protezione del nervo ottico e quindi anche nella prevenzione del rischio di sviluppare il glaucoma, causa di cecità.

Studi precedenti hanno messo in relazione il consumo di alimenti ricchi di vitamina E (spinaci, broccoli, mandorle, noci, per esempio) con la riduzione del rischio di sviluppare cataratta, cioè il processo di opacizzazione del cristallino.

Anatomia dell'occhio
Anatomia dell’occhio

Studi sperimentali hanno dimostrato anche il ruolo della luteina e della zeaxantina, carotenoidi ampiamente presenti nel mondo vegetale, nella protezione della retina sia dal danno foto-ossidativo, a cui è esposta quotidianamente, sia nella progressione di patologie oculari anche gravi, come la degenerazione maculare correlata all’età.  L’assunzione di luteina è importante perché è uno dei pigmenti della retina, mentre la zeaxantina agisce come antiossidante; li possiamo assumere con la frutta e verdura giallo-arancio, con la verdura a foglie verdi e con il tuorlo d’uovo.

Verdure e frutta contengono anche essenziali vitamine per la salute degli occhi: la A e la B2. La vitamina A  è responsabile della visione crepuscolare e la carenza si associa a cecità notturna e a secchezza oculare; si trova in frutta e verdura di colore giallo-arancio, oltre che nel fegato, latticini, uova e pesce. La carenza di vitamina B2 può provocare congiuntivite e cataratta, l’opacizzazione del cristallino; si trova nelle verdure a foglia verde, oltre che nei cereali, legumi ed alimenti di origine animale.

zucca carote

Vediamo ora il ruolo del pesce nella salute degli occhi. La carenza di Omega-3 è associata a disturbi e patologie dell’occhio, quali secchezza oculare e degenerazione maculare. Gli acidi grassi Omega-3 contenuti nel pesce, soprattutto nel salmone, sono tanto importanti per la salute degli occhi perché sono costituenti dei bastoncelli della retina, quindi intervengono nei processi di sostegno e riparazione. Secondo uno studio prospettico americano su più di 72.000 uomini e donne, seguiti per 10-12 anni, il rischio di sviluppare la degenerazione maculare correlata all’età è risultato ridotto di circa il 30% all’aumentare di livelli di assunzione di DHA, un Omega-3. Poiché l’omega-3 dipende dal consumo di pesce, secondo questi dati il rischio di sviluppare degenerazione maculare potrebbe ridursi fino al 35% per chi consuma 4 porzioni di pesce alla settimana rispetto a chi si ferma a 3.

Filetti di salmone ricchi di Omega-3
Filetti di salmone ricchi di Omega-3

Verdura, frutta e pesce sono, quindi, anche alleati della salute dei nostri occhi. Consiglio: consumate verdura di stagione quotidianamente e a tutti i pasti, frutta a merenda tutti i giorni, pesce 3-4 volte a settimana.

La rivista Alimentazione, Prevenzione & Benessere della Nutrition Foundation of Italy ha pubblicato la sintesi di queste ed altre ricerche sui nutrienti in campo per la salute degli occhi. L’articolo che avete appena letto le ha richiamate, integrate e ne ha sottolineato gli aspetti che ritengo più rilevanti.

Buona salute!

Cinzia Malaguti

 

Bibliografia:

Alimentazione, Prevenzione & Benessere, anno III numero 2, scarica il pdf

Broadhead GK, Grigg JR, Chang AA, McCluskey P, Dietary modification and supplementation for the treatment of age-related macular degeneration. Nutr Rev. 2015 Jul 73(7):448-62

Hong T, Flood V, Rochtchina E, et al. Adherence to dietary guidelines and 10-year cumulative incidence of visual impairment: the Blue Mountains Eye Study. Am J Ophthalmol. 2014 Aug 158(2):302-8

Zhu W, Wu Y, Li Get al. Efficacy pf polyunsaturated fatty acids for dry eye syndrome: a meta-analysis of randomized controlled trials. Nutr Rev. 2014 Oct 72(10):662-71

Kang JH, Willett WC, Rosner BA et al. Association of Dietary Nitrate Intake With Primary Open-Angle Glaucoma: A Prospective Analysis From the Nurses’ Health Study and Health Professionals Follow-up Study. JAMA Ophthalmol. 2016 Jan 14:1-11

Weikel KA, Garber C, Baburins A, Taylor a. Nutritional modulation of cataract. Nutr Rev. 2014 Jan 72(1):30-47