Le proprietà dei vari tipi di tè

Il tè è una bevanda che deriva dalle foglie di una pianta legnosa, la Camellia sinensis, coltivata principalmente in Cina, Giappone, Sri Lanka, India, Bangladesh. La zona di coltivazione, il momento della raccolta, il tipo di lavorazione e di preparazione determinano le diverse qualità e relative proprietà dei vari tipi di tè. In questo articolo trovi caratteristiche e proprietà dei principali tè che possiamo trovare in commercio.

Il tè verde si distingue dal tè nero, indipendentemente dalla provenienza, per la lavorazione; il tè verde, a differenza del tè nero, non è sottoposto ad alcun processo di macerazione e torrefazione o tostatura.

Tè nero cinese (Lapsang souchong)

Il Lapsang souchong si distingue dagli altri tè neri per il fatto di essere affumicato. Il tè nero cinese ha proprietà antiossidanti e contribuisce a mantenere pulite le arterie. L’infuso è di colore ambrato-arancione ed il contenuto di teina è abbastanza basso.

Tè nero cinese Lapsang Souchong
Tè nero cinese Lapsang Souchong

Tè nero indiano Assam

Il tè nero Assam, come gli altri tè scuri, è un tè fermentato e tostato. Il tè nero Assam è, però, particolarmente ricco di sostanze antiossidanti ed è un buon anticolesterolo, contribuendo così a mantenere sane le pareti dei vasi sanguigni. Il tè nero Assam, inoltre, contribuisce a ridurre il desiderio di fumare.

Tè nero indiano Assam
Tè nero indiano Assam

Tè verde giapponese (Hojicha)

L’Hojicha si ottiene dalle foglie grandi della Camellia giapponese dell’ultimo raccolto dell’anno. Le foglie sono solo leggermente tostate, quindi il tè Hojicha è una via di mezzo tra il tè verde ed il tè nero, della varietà Bancha, naturalmente a basso contenuto di caffeina. Il tè giapponese Bancha nella variante Hojicha è diuretico, ipoglicemizzante e depurativo del sangue; è inoltre ricco di ferro ben assimilabile dall’organismo.

Tè giapponese Hojicha
Tè giapponese Hojicha

Tè verde giapponese (Kukicha)

Il Tè Kukicha è ricavato dai rametti più sottili della Camellia giapponese di almeno tre anni; una volta raccolti, i rametti vengono messi ad asciugare per una settimana all’aria aperta, quindi vengono lasciati riposare per un anno ed infine tostati. Il tè che se ne ricava è privo di teina perché vengono utilizzati i rametti e non le foglie che la contengono, quindi si può consumare tranquillamente anche di sera. Il tè verde giapponese Kukicha è una varietà del tè Bancha, naturalmente a basso contenuto di caffeina.

Tè verde Kukicha
Tè verde Kukicha

Tè verde giapponese pregiato (Gyokuro)

Il tè Gyokuro è un tè verde pregiato giapponese. Le foglie della Camellia vengono fatte crescere in penombra per 20 giorni (coprendo la piantagione con pannelli di canna di bambù o paglia di riso) prima della loro raccolta. Il tè Gyokuro ha proprietà drenanti e stimolanti del metabolismo ed è attivo contro le cellule cancerose. Il tè Gyokuro è, inoltre, un’ottima fonte di L-teanina, una sostanza fortemente antidepressiva; la L-teanina, inoltre, attenua e modula gli effetti della caffeina di cui è ricco questo tè pregiato.

Tè giapponese Gyokuro
Tè giapponese Gyokuro

Tè verde cinese Gunpowder

Il tè Gunpowder è il tè verde cinese più conosciuto nel mondo, dal sapore fresco e pungente. Il tè verde cinese a un’elevata concentrazione di antiossidanti ed è uno dei tè più utili contro diabete, ictus, demenze senili e tumori di vario genere. E’ importante acquistarlo biologico perché nella coltivazione vengono spesso usati trattamenti con pesticidi.

Tè verde cinese Gunpowder
Tè verde cinese Gunpowder

Tè verde giapponese Matcha

Il tè Matcha è l’unico tè che viene consumato per sospensione e non per infusione; si tratta, infatti, di polvere verde a cui si aggiunge acqua calda, ma non bollente (circa 80°), quindi si mescola e si beve. Il tè Matcha si ottiene dopo la bollitura delle foglie, la successiva asciugatura ed, infine, la riduzione in polvere finissima. Il tè Matcha svolge un’azione anti-stress, ma per ottenere buoni risultati occorrerebbe berne almeno 4 tazze al dì! Sul tè Matcha leggi Il Matcha tea.

Matcha tea
Matcha tea

Tè bianco cinese

Il tè bianco si ricava dai germogli della Camellia cinese, colti non ancora schiusi, quindi fatti appassire e seccare. Il tè che se ne ricava è di colore molto chiaro. Il tè bianco ha proprietà anti-colesterolo ed è utile anche per ridurre la pressione sanguigna.

Foglie di tè bianco
Foglie di tè bianco

Tè cinese Tuo-cha e Pu-Erh

Il Tuo-cha e Pu-Erh sono tè neri cinesi postfermentati, cioè le foglie sono sottoposte a fermentazione dopo la torrefazione o tostatura e successivamente compresse; le foglie degli altri tè neri, invece,  vengono fatte fermentare prima della tostatura.  Hanno proprietà digestive ed aiutano a metabolizzare meglio i grassi introdotti con l’alimentazione, contribuendo così alla riduzione di colesterolo e trigliceridi.

Tè Tuo-cha
Tè Tuo-cha

Tè Oolong

Il tè Oolong è un tè semifermentato che contiene diversi minerali (calcio, potassio, magnesio, sodio, fosforo, zinco e vitamine. Con tutti questi componenti, il tè Oolong è più un alimento che una bevanda, utile contro il colesterolo, il sovrappeso ed i radicali liberi.

Tè Oolong
Tè Oolong

Conclusioni

Il tè è una bevanda originaria della Cina, usata e diffusa per le sue proprietà toniche. I diversi tipi di tè, come ho scritto all’inizio, derivano tutti dalla coltivazione della stessa pianta, ciò che le differenzia sono le aree di coltivazione e quindi il clima, il momento della raccolta ed il tipo o modalità di lavorazione. Le proprietà terapeutiche sono blande per un consumo di 1 o 2 tazze al giorno, il ché ne consiglia l’uso principalmente per le proprietà toniche, presenti in tutti i tipi di tè.

Cinzia Malaguti

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *