Le Isole di Venezia

Venezia con le sue isole è incantevole. Terra di scrittori, navigatori e musicisti, cantata e celebrata da innumerevoli poeti, definita da Napoleone il salotto più bello d’Europa, Venezia con le sue isole offre sempre escursioni indimenticabili. Una crociera tra le isole della Laguna, visitando Torcello con la sua prestigiosa Basilica, Burano con le sue case dai “mille colori” e San Francesco del Deserto con il suo Convento, è un’esperienza tra le più belle.

Il video con le foto scattate durante la crociera a Venezia e le sue isole

I collegamenti tra le isole principali di Venezia sono frequenti, quindi non vi sarà difficile organizzare l’itinerario nella Laguna di Venezia che vi presento. Un’ottima soluzione è anche utilizzare City Sightseeing che ferma anche a Murano, l’isola del vetro soffiato.

Venezia
Venezia

ISOLA DI TORCELLO

L”Isola di Torcello fu uno dei più antichi e prosperi insediamenti in laguna, poi gradualmente semi-abbandonata a seguito della centralità di Venezia e delle mutate condizioni ambientali. L’isola di Torcello oggi conta solo una decina di abitanti, una locanda, qualche ristorante per i turisti e, soprattutto, una Basilica con un mosaico meraviglioso ed un Campanile su cui salire per una bella panoramica.

Isola di Torcello
Isola di Torcello

Il complesso basilicale di Torcello è costituito dalla Basilica di Santa Maria Assunta del VII secolo, ristrutturata intorno all’anno mille, dalla Chiesa di Santa Fosca del XII secolo e dal solitario Campanile. Lo stile architettonico è quello bizantino, ma l’esterno non vi sorprenderà tanto quanto, invece, farà il grande e bellissimo mosaico della Basilica.

Chiesa di Santa Fosca e Campanile
Isola di Torcello

La Basilica di Santa Maria Assunta ha la sua antica parete d’ingresso decorata con un bellissimo mosaico dorato dove è rappresentato il Giudizio Universale; di qua i buoni e di là i cattivi, di qua il paradiso e di là l’inferno, i fedeli che uscivano dalla chiesa vedevano come ultima immagine proprio il Giudizio Universale, quale monito per le loro azioni. Sulla parete opposta, sono presenti altri bellissimi mosaici, anche se non spettacolari come il Giudizio Universale.

Isola di Torcello, Basilica, mosaico Giudizio Universale
Isola di Torcello, Basilica, mosaico

Il Campanile si trova separato dalle due Chiese e la sua altezza ne fa un punto di riferimento nella Laguna settentrionale. Vi consiglio di salire in cima perché da lassù il panorama spazia a 360° sulla laguna circostante; la salita non è particolarmente difficoltosa in quanto i gradini si alternano a rampe.

Veduta dal Campanile Isola di Torcello
Veduta dal Campanile Isola di Torcello



ISOLA DI BURANO

L’Isola di Burano si trova poco distante da Torcello ed è famosa, oltre che bellissima, per due caratteristiche: le case dai colori vivaci e la lavorazione del merletto.

Isola di Burano
Isola di Burano
Isola di Burano

Camminare tra i vicoli di Burano, lungo i canali e attraverso i ponti, a fianco di case così vivacemente colorate, scoprire piazzette nascoste al di là di passaggi che sembrano segreti tanto sono stretti, fermarsi ad ammirare i merletti esposti nei negozi dove nonnine ricamano ancora a mano, regala al visitatore un’esperienza di bellezza con cui deliziarsi. Giratela in lungo e in largo alla scoperta di questo borgo-isola davvero speciale.

Isola di Burano
Isola di Burano

Ristoranti che servono pesce fritto su coni da passeggio o una buona spaghettata al nero di seppia, completeranno la goduria dei sensi.

Isola di Burano
Isola di Burano



ISOLA DI SAN FRANCESCO DEL DESERTO

L’Isola di San Francesco del Deserto la si riconosce da lontano per la sua folta vegetazione dove non si scorgono case; l’unica presenza stabile umana è, infatti, quella dei frati del convento che sorse in ricordo del passaggio di San Francesco.

In vista dell’Isola di San Francesco del Deserto
Isola di San Francesco del Deserto

San Francesco d’Assisi si fermò qui per pregare in pace, di ritorno dall’Oriente dove si era recato per predicare il Vangelo al sultano e porre fine alla guerra; era il 1220. Dopo la morte di San Francesco, sull’isola venne fondato un convento. Nel XV secolo, l’isola venne abbandonata a causa della diffusione della malaria, da qui il termine “del deserto“. Agli inizi del Ottocento, i soldati napoleonici depredarono il monastero e la chiesa e i frati dovettero spostarsi nel monastero di San Bonaventura a Venezia; vi fecero ritorno solo dal 1858. Il Convento è tuttora attivo e sarà un simpatico frate ad accompagnarvi nella visita.

Isola San Francesco del Deserto, Convento
Isola San Francesco del Deserto, Chiostro del Convento
Isola San Francesco del Deserto, parco del Convento

Nel Convento potrete ammirare un bel chiostro e la graziosa chiesetta, il nucleo originario del complesso, quello dove pregava San Francesco. Fate un giro nel bel giardino perché, oltre alla pace che restituisce, potrete ammirare una bella panoramica d’insieme dell’isola di Burano.

Isola San Francesco del Deserto, veduta dal parco del Convento



Venezia
Venezia

La crociera vi darà la possibilità di ammirare navigando anche l’isola del Lido, l’isola di Sant’Erasmo, i Giardini della Biennale, l’imponente Chiesa di San Giorgio Maggiore, un lato del Palazzo Ducale e del campanile di San Marco, l’isola della Giudecca, il Canal Grande e tutto ciò che su esso si affaccia.

Buona crociera e buone visite!

Cinzia Malaguti