La vera Ribollita Toscana

La Ribollita è una zuppa di pane e verdure che si prepara tradizionalmente in Toscana, principalmente nelle zone di Pisa, Firenze ed Arezzo. Il suo nome deriva dal fatto che le contadine preparavano questa zuppa in abbondanza, cosicché la parte che rimaneva veniva consumata nei giorni successivi, ribollita in padella, da qui il nome di “ribollita“.

Nella Ribollita Toscana due ingredienti non possono mai mancare: cavolo nero e fagioli cannellini; per il resto si utilizzano in abbondanza verdure di stagione, quelle che si hanno a disposizione. Dunque, nella ricetta che segue troverete diversi tipi di verdure, sta a voi togliere e/o aggiungere quelle che vorrete, a vostro piacimento, ma è importante che siano presenti cavolo nero e fagioli.

Ribollita toscana

Ecco dunque la ricetta:

Ingredienti:

cavolo nero, porro o cipolla, patate, cavolfiore o verza, broccoli, bietole, sedano, carote

concentrato di pomodoro

fagioli cannellini

timo, olio di oliva extra-vergine, sale

pane senza sale (rigorosamente!)

Preparazione:

In una pentola mettete un po’ d’olio extra-vergine, le verdure lavate e tagliate a pezzetti, tenendo da parte il cavolo nero che lo metterete qualche minuto dopo; aggiungete anche il concentrato di pomodoro. Riempite d’acqua e fate bollire per circa 1 ora. Del cavolo nero aggiungete solo le foglie, il resto va buttato.

Preparate i fagioli cannellini oppure usate quelli già preparati biologici (come ho fatto io!). Tagliate a fettine sottilissime il pane senza sale.

Quando tutto pronto, preparate la Ribollita facendo strati di pane, di verdure, di fagioli e ricominciate con pane, verdure, fagioli fino a terminare gli ingredienti.

Quello che avanza lo si mangia il giorno dopo passandolo un po’ in padella.

Buon appetito!

Cinzia Malaguti