Il borgo antico di Castellaro Lagusello

Castellaro Lagusello è un antico borgo fortificato affacciato su un laghetto a forma di cuore, a circa 35 chilometri a nord di Mantova. Si arriva qui incuriositi dal laghetto, ma lo si può vedere solo da lontano oppure dall’alto della torre del Castello. Grazioso, fa parte dell’associazione dei borghi più belli d’Italia.

Castellaro Lagusello è un antico borgo fortificato da un insieme di mura merlate, ancora in buone condizioni, ben visibili, nel loro insieme, dal prato che porta al laghetto, ingresso a pagamento; non aspettatevi, comunque, di poter girare intorno al laghetto perché l’accesso è interdetto, potrete solo avvicinarvi, ma da debita distanza. La vista migliore sul laghetto a forma di cuore l’avrete dall’alto della torre del castello, anche qui con ingresso a pagamento.

Castellaro Lagusello, le fortificazioni
Castellaro Lagusello, laghetto a forma di cuore, accesso punto più vicino

Il Castello e le relative fortificazioni risalgono al XIII secolo ad opera degli Scaligeri di Verona, poi il luogo fu sempre conteso perché al confine fra il territorio della Repubblica di Venezia, quello dei Visconti di Milano e quello dei Gonzaga di Mantova. Agli inizi del XVII secolo, persa la sua funzione strategica, venne venduto ad una nobile famiglia che ne trasformò una parte a propria residenza, Villa Arrighi Tacoli, e privatizzò il laghetto.

Castellaro Lagusello, Villa Arrighi
Castellaro Lagusello, il lago a forma di cuore

La porta d’ingresso delle mura dà il benvenuto ai visitatori di questo borgo dal sapore antico, posto sulle colline tra Mantova ed il lago di Garda; passeggiare tra le sue vie medievali verso il suo laghetto a forma di cuore, immerge in un’atmosfera di quiete e lentezza, avvolgente ed intima.

Castellaro Lagusello, la porta d’ingresso al borgo con la torre del castello
Castellaro Lagusello, scorcio del laghetto a forma di cuore

Subito dopo aver varcato la porta d’ingresso al borgo, sulla destra trovate la Chiesa di San Nicola di Bari; è piccola, non è un gran ché, ma entrate perché in una cappella c’è una pregevole scultura lignea quattrocentesca raffigurante la Madonna con Bambino, intagliata in legno, dorata e dipinta.

Salite sulla torre del Castello perché, da lassù, la panoramica sul borgo e sul laghetto è indimenticabile; salita a pagamento e non adatta a chi ha problemi di deambulazione.

Castellaro Lagusello, veduta sul borgo dalla torre del castello
Castellaro Lagusello, panoramica dalla torre del castello sulle colline esterne

Dopo aver passeggiato ed ammirato, fermatevi ad assaggiare la focaccia tradizionale di Castellaro Lagusello, il fugasì. Il fugasì è un pane contadino lavorato a mano, senza lievito e cotto alla griglia, una sorta di schiacciatina, servita anche farcita con porchetta.

Buona passeggiata, buona visita e … buon appetito!

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *