Alla scoperta del Castello di Spezzano Modenese

Il Castello di Spezzano si trova nel Comune di Fiorano Modenese su una lieve collina a 20 km ca da Modena. Di origine medievale, poi trasformato in palazzo nobiliare e ricreativo, dispone di due belle sale affrescate: la Sala delle Vedute e la Galleria delle Battaglie. Ospita il Museo della Ceramica e l’Acetaia comunale. Nei pressi si trova la Riserva Naturale delle Salse di Nirano.



Nascosto dalla folta vegetazione del suo parco, il Castello di Spezzano si presenta timidamente ai suoi visitatori; vi si concede poco per volta, prima con il suo vasto cortile interno ed il porticato rinascimentale, poi con la veduta sul terrapieno e la sua torre pentagonale nell’angolo nord-est, infine con le sale affrescate. Il parco romantico che lo abbraccia è ottocentesco, quindi non era presente in origine e durante il Rinascimento.

Castello di Spezzano, torre pentagonale

Il Castello di Spezzano è di origine medievale, ma fu trasformato in palazzo nobiliare dalla famiglia dei Pio, signori di Carpi, in epoca rinascimentale. Era la residenza di campagna dei Pio, vassalli dei Duchi d’Este, destinata ad accogliere gli ospiti durante le battute di caccia nei territori del feudo. Il Castello che possiamo ammirare, pur con tutte gli adattamenti dei successivi proprietari, è quello voluto dalla famiglia dei Pio, signori di Carpi, in epoca rinascimentale. Dal 1982 è di proprietà pubblica comunale.

castello di spezzano
Castello di Spezzano

Il vasto cortile interno con il suo bel porticato ci dà il benvenuto, ma è nella Sala delle Vedute che il Castello dà il meglio di sé. La Sala delle Vedute si trova al piano terra ed è affrescata con 57 vedute paesaggistiche raffiguranti i borghi su cui esercitava il dominio Marco III Pio; furono realizzate intorno alla fine del XVI secolo da Cesare Baglione, pittore di corte dei Farnese di Parma, imparentati con i Pio. Si tratta di affreschi che fotografano i vari possedimenti modenesi e, come cartoline, ne disegnano i contorni con i relativi castelli, torri, agglomerati urbani.

castello di spezzano
Castello di Spezzano, Sala delle vedute



Salendo al piano nobile, si trova l’altra chicca del Castello: la Galleria delle Battaglie. Le pareti della Galleria delle Battaglie sono decorate con affreschi narranti importanti battaglie del Cinquecento che coinvolsero il Duca Alfonso I d’Este e i condottieri della famiglia Pio. Battaglie di terra e di mare sono rappresentate con dovizia di particolari; purtroppo, solo una parte degli affreschi è riconoscibile, ma è sufficiente per ammirare interessanti particolari.

castello di spezzano
Galleria delle Battaglie
Galleria delle Battaglie

Interessante è anche la torre pentagonale, sia per la forma particolare che per la storia che racchiude, essendo stata utilizzata per le prigioni, visitabili. Questa torre è anche sede dell’acetaia comunale, ossia della stanza dove avviene l’invecchiamento della produzione locale di aceto balsamico. Se vuoi sapere come si produce l’aceto balsamico leggi l’articolo Aceto balsamico, come si fa e come si distingue.



Salse di Nirano

A brevissima distanza dal Castello di Spezzano si trova la Riserva Naturale delle Salse di Nirano. Le Salse di Nirano sono un fenomeno geologico naturale prodotto da bolle di gas metano che, venendo in superficie, stemperano le argille presenti nel terreno e danno luogo alle tipiche formazioni a cono, offrendoci un paesaggio davvero particolare.

Buona vita!

Cinzia Malaguti