Cosa fa male alla salute: i 4 killer

Sono 4 i killer della nostra salute secondo il medico e divulgatore scientifico Dott. Filippo Ongaro: stress ossidativo, insulino-resistenza, glicazione ed infiammazione. Vediamoli ad uno ad uno, rimedi compresi.

2641

Sono 4 i killer della nostra salute secondo il medico e divulgatore scientifico Dott. Filippo Ongaro: stress ossidativo, insulino-resistenza, glicazione ed infiammazione. Vediamoli ad uno ad uno, rimedi compresi.

  • Stress ossidativo

Il processo di ossidazione è naturale ed inevitabile, conseguenza della produzione di energia nelle nostre cellule; il processo di ossidazione è per il nostro organismo quello che la combustione della benzina è per il motore dell’auto; gli scarti della produzione di energia nel nostro organismo sono i radicali liberi, così come gli scarti della combustione nel motore dell’auto sono i gas di scarico.

Lo stress ossidativo nel nostro organismo si verifica quando c’è uno squilibrio tra la produzione di radicali liberi e la capacità dell’organismo di neutralizzarli con le varie molecole anti-ossidanti.

I radicali liberi sono molecole instabili a caccia di stabilità; per diventare stabili devo rubare un elettrone ad altre molecole. Quando questa operazione riesce, si crea un danno che spesso è a livello del DNA, delle membrane cellulari o dei grassi circolanti come il colesterolo.

Elevati livelli di stress ossidativo sono frequenti in diverse malattie tra cui l’aterosclerosi, il Parkinson, l’Alzheimer, l’infarto miocardico, la fatica cronica e la fibromialgia.

Lo stress ossidativo può essere misurato con varie tecniche e ridotto utilizzando sostanze antiossidanti, tra cui le vitamine A, C, E e molecole come il glutatione.

  • Insulino-resistenza

L’assunzione di eccessive quantità di zuccheri e carboidrati raffinati sono la causa principale della insulino-resistenza .

L’insulino-resistenza si verifica quando il metabolismo del glucosio è alterato da una alimentazione troppo ricca di zuccheri e carboidrati, al punto che livelli normali dell’ormone regolatore insulina sono insufficienti; il pancreas aumenta la produzione di insulina, ma questo non basta perché le cellule sono diventate “sorde” ai segnali mandati da questo ormone. E’ come se le cellule si tappassero le orecchie perché l’insulina invia un segnale troppo forte.

La conseguenza di questo squilibrio è la sindrome metabolica, una grave condizione che rende più frequente il rischio di diabete e malattie cardiocircolatorie e, nella donna, è alla base di patologie come la sindrome dell’ovaio policistico e l’infertilità. Il grasso addominale, che tende ad accumularsi a causa degli squilibri sopra descritti, è allo stesso tempo conseguenza e causa della sindrome metabolica.

  • Glicazione

L’elevata concentrazione di zuccheri e carboidrati (glucosio) nel sangue porta anche a un’aumentata glicazione, un processo che altera la funzionalità dell’organismo. In pratica, lo zucchero si “appiccica” alle proteine circolanti e ai lipidi rendendoli inattivi.

Quando un cibo che viene cotto si scurisce, sta subendo una reazione di glicazione che forma delle tossine, o glicotossine.

Il problema è che l’industria alimentare aggiunge zucchero durante la cottura nella stragrande maggioranza dei suoi prodotti, così un’enorme gamma di prodotti industriali, dalle patatine fritte ai prodotti da forno, è ricchissima di glicotossine. Le reazioni di glicazione formano anche l’acrilamide che è una molecola cancerogena.

I livelli di glicazione sono facilmente misurati attraverso un parametro detto emoglobina glicata (usato per il monitoraggio dei diabetici).

  • Infiammazione

L’infiammazione è una risposta fisiologica con funzioni protettive dei tessuti in presenza di uno stimolo nocivo.

L’infiammazione nasce per essere una risposta d’emergenza, ma se perdura nel tempo, perché lo stimolo nocivo è continuo, si verificano dei problemi con danneggiamento di cellule e tessuti.

Molti fitonutrienti presenti negli alimenti di origine vegetale sono modulatori naturali dei processi infiammatori.

Allora, avete capito come difenderci dai killer della salute? Mangiando pane, pasta e riso integrali, molta verdura, frutta, noci, mandorle, semi, olio d’oliva, niente zuccheri e cibi contenenti zuccheri, attenzione agli ingredienti dei prodotti confezionati e cibi in scatola per non acquistare quelli con grassi idrogenati e zuccheri aggiunti.

Cinzia Malaguti

Bibliografia: F. Ongaro, Mangia che ti passa, Milano, Pickwick, 2013