Il metodo della fenice di Antonio Fusco

Gradevole e scritto bene il romanzo noir poliziesco Il metodo della fenice di Antonio Fusco, funzionario della Polizia di Stato e criminologo forense, oltre che ottimo scrittore. Il romanzo prende il titolo dal mito dell’Araba Fenice, un uccello mitologico noto per il fatto di rinascere dalle proprie ceneri, conducendoci su terreni dove il male è nascosto dall’apparenza, usa giovani vittime e si prepara a rinascere dalle proprie ceneri.  Ottima e documentata la caratterizzazione dei profili psichiatrici ed interessanti le nozioni di biologia forense.

Il commissario Casabona e la sua squadra devono risolvere il caso di omicidio di una ragazza ucraina che vede come unico indiziato un giovane attore porno, ma la cui pista porterà ad un intreccio di omicidi simulati da suicidi e con un finale a sorpresa. Lo scrittore ci porta nel mondo della psichiatria e della biologia forense accompagnati da un commissario simpatico che odia l’ipocrisia.

il metodo della fenice libro

Molto curate sono le descrizioni di casi psichiatrici, dalla grave depressione al disturbo bipolare, dalla schizofrenia al disturbo dissociativo post-traumatico. Il romanzo spiega anche un argomento di biologia, il chimerismo; il chimerismo è la presenza nello stesso individuo di tessuti geneticamente diversi tra loro, ossia è la condizione in cui le cellule del sangue di un individuo non hanno un unico DNA; sono casi rari, ma può succedere per cause naturali durante la gravidanza, ma anche a seguito di trasfusioni o trapianti di midollo; il chimerismo mette in discussione l’ineluttabilità della prova del DNA ed al riguardo mi è venuto subito in mente il caso Bossetti.

Torniamo al romanzo, nella storia raccontata da Antonio Fusco c’è qualcuno che vuole rinascere dalle proprie ceneri, come l’Araba fenice, per tornare più forte di prima, ma il metodo della fenice applicato dal cattivo di turno ha vita breve. Il romanzo ne coglie anche l’applicazione positiva: quando si riconsidera ciò che è accaduto nella propria vita liberandosi delle emozioni negative (accidia, rancore, desiderio di autocommiserazione, gelosia, invidia, superbia, orgoglio e odio) che ne deformano il significato, si diventa migliori.

Il metodo della fenice di Antonio Fusco è un buon romanzo poliziesco, consigliato.

Buona lettura!

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *