Il Carnevale di Cento

Cento è una graziosa cittadina al confine delle province di Bologna, Modena e Ferrara, famosa per aver dato i natali al Guercino, pittore del Seicento, ma anche al meno famoso Aroldo Bonzagni, targato Novecento.



Cento si svolge un frequentato Carnevale che attira gente da tutta Italia ed oltre per l’imponenza dei suoi carri allegorici ed i loro ricchi gettiti. I carri allegorici sono così grandi, tanto che alcuni superano addirittura l’altezza delle abitazioni del centro storico in cui sfilano. La sfilata dei carri è accompagnata da coreografie in costume e maschere. I temi trattati dai carri allegorici non hanno connotazioni legate all’attualità politica, a differenza di altri carnevali di questo genere.

Carnevale Cento ed. 2019
edizione 2019

Il Carnevale di Cento attira molti visitatori da tutta Italia che giungono festosi pronti ad ammirare la bellezza e la cura dei dettagli dei carri, ma anche a portare a casa un “bottino” di peluche e gonfiabili. Il Carnevale di Cento è, infatti, famoso anche per il generoso gettito dai carri; qui nessuno torna a casa a mani vuote! Il ricco gettito avviene nella centrale Piazza Guercino dopo l’effettuazione della spettacolare animazione dei carri. I carri fanno due giri in piazza, quindi due gettiti; il mio consiglio è quello di aspettare il secondo gettito, verso l’imbrunire, per cercare di prendere al volo qualche gadget, per evitare la ressa. Nella Piazza Guercino è allestito il palco dove attrazioni musicali allietano il pubblico nel passaggio tra un carro e l’altro.

Carnevale Cento ed. 2019
ed. 2019

Il Carnevale di Cento ha origini molto antiche,come dimostrano alcuni affreschi del pittore seicentesco Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino. Dal 1990 il Carnevale di Cento è gemellato con quello di Rio de Janeiro dove, per alcuni anni, sfilavano maschere del carro vincitore dell’anno precedente.



L’edizione 2019, chesi svolge nelle domeniche 10, 17, 24 febbraio e 3, 10 marzo, vede sfilare cinque carri giganteschi lungo il corso principale del centro storico che, arrivati in Piazza Guercino, si animano attraverso molteplici e complessi movimenti meccanici inseriti nelle figure in cartapesta. Coreografici sono anche i balletti che accompagnano i carri, non mancherete di notare la bellezza dei costumi. Partecipando alla prima domenica dell’edizione 2019, ho notato una straordinaria cura dei dettagli delle figure in cartapesta di tutti i carri che lascia “a bocca aperta” dallo stupore.

Carnevale Cento ed. 2019
ed. 2019

L’ultima domenica di programmazione è quella delle premiazioni dove, oltre al miglior carro, viene assegnato un trofeo anche al miglior gettito e uno per i costumi, l’animazione e la musica. La Festa di Carnevale a Cento si chiude con il rogo di Tasi, la maschera locale.

Carnevale Cento ed. 2019
ed. 2019

Che altro dire? E’ spettacolo, gente! Si rimane a bocca aperta per lo stupore guardando la grandezza di questi carri in competizione tra loro, costruiti grazie a l’impegno ed alla dedizione delle società carnevalesche. Ingresso a pagamento.

Buon divertimento!

Cinzia Malaguti



Un pensiero riguardo “Il Carnevale di Cento

I commenti sono chiusi