Dalla mela a Pomaria in Val di Non

L’Italia condivide con l’India il maggior consumo pro-capite di mele, la media è di due mele a settimana (fonte: Corriere della sera). La mela è un frutto che piace agli italiani ed hanno ragione perché la mela ha molte proprietà benefiche.

Il melo ha origine nell’Asia centrale, l’albero può raggiungere fino ad 8 metri di altezza ed il frutto si può trovare in commercio durante tutto l’anno, ma la sua maturazione naturale va da fine agosto a fine settembre.

La mela è costituita per circa l’85% da acqua, mentre la restante parte è fatta di fibre e vitamine che forniscono un buon potere antiossidante. La mela, infatti, contiene vitamine importanti come la A, la B1, B2, B6, E e C, ma anche niacina e acido folico, insieme a flavonoidi e carotenoidi dall’effetto antiossidante. La mela ha un apporto calorico piuttosto basso e, grazie alla pectina, aiuta ad eliminare dal corpo le sostanze tossiche.

Il melo è un albero “creativo” contando circa 7000 varietà di mela nel mondo, ma solo alcune di queste sono disponibili in Italia.

Pomaria Val di Non

In Italia, la Val di Non in Trentino è una delle zone a più alta densità di coltivazione del melo, cosicché le rende onore con una grande festa che si tiene nel secondo week-end di Ottobre a Cles, Pomaria.

Pomaria, Val di Non, edizione 2015, le mele più pesanti
Pomaria, Val di Non, edizione 2015, le mele più pesanti

A Pomaria vengono esposte le mele più pesanti e le mele più strane, si assaggia succo di mela e si mangiano le frittelle di mele, si comprano le mele appena raccolte e si gustano i prodotti tipici della zona. Una grande ed affollata festa nel centro storico di Cles che espone le mele più pesanti della stagione: gr. 574 nella varietà “rossa”, gr. 846 nella varietà “renetta” e gr. 529 nella varietà “Golden” (stagione 2015). Anche le mele più strane sono esposte, degli scherzi della natura che non mancheranno di sorprendervi.

Arrivederci a Pomaria 2016!

Cinzia Malaguti

Leggi anche:

Festa Pomaria in Val di Non

In trentamila a Cles per Pomaria e chef Rubio

 

Un pensiero riguardo “Dalla mela a Pomaria in Val di Non

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *