Cinema – Un Natale al Sud

Si sa che dai film d’intrattenimento italiani che escono per Natale (cinepanettoni) non ci si può aspettare che qualche risata, ma questo Un Natale al Sud è davvero mediocre, pieno di volgarità, di battute stantie e di scene viste e riviste in altri film del genere.

Trama. Bastano pochissime righe per la trama. Riccardo e Simone, figli di Peppino (Massimo Boldi) e Ambrogio (Biagio Izzo) hanno una “relazione” solo virtuale con due ragazze conosciute online, così i genitori li spingono a partecipare all’evento di ritrovo degli utenti di Cupido 2.0, l’applicazione di incontri online; al ritrovo, segretamente, ci saranno anche i genitori che si troveranno coinvolti in situazioni paradossali.

Un Natale al Sud è stato girato quasi interamente d’estate, ma – evidentemente per motivi tecnici – è potuto uscire solo sotto Natale, così le ultimissime scene dal profilo natalizio pare siano state inserite successivamente al primo montaggio, tanto grande è lo stacco cinematografico.

Un Natale al Sud ha la regia di Federico Marsicano e gli interpreti principali sono Massimo Boldi, nella parte di Peppino carabiniere milanese, Biagio Izzo, nella parte di Ambrogio fioraio napoletano, Anna Tatangelo nella parte di fashion blogger, Debora Villa nell’ottima interpretazione della moglie di Peppino, Barbara Tabita nella parte della moglie di Ambrogio.

Unica nota positiva del film Un Natale al Sud è la fotografia che ci regala immagini bellissime della location: Costa degli Aranci in Calabria e Polignano a Mare e Monopoli in Puglia.

Cinzia Malaguti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *