Carlo Bononi e la sua arte

Madonna col bambino di Carlo Bononi, collezione BPER Banca

Carlo Bononi, pittore ferrarese del Seicento, attirò l’attenzione di artisti, committenti e amanti dell’arte per la sua capacità d’incarnare santi e madonne in persone concretamente riconoscibili, riducendo quell’aura di sacro, di ultraterreno ed imprimendo quella naturalità foriera di un rapporto più intimo e sentimentale tra le figure dipinte e l’osservatore.

Opera di Carlo Bononi, Fano, Basilica di San Paterniano

Dopo il passaggio dagli Estensi allo Stato Pontificio nel 1598, Ferrara visse – comunque – un’intensa attività artistica, grazie alla committenza di diverse confraternite ed ordini religiosi; certamente, i soggetti artistici erano tutti d’ispirazione religiosa, ma ogni pittore del Seicento seppe mettere la sua particolare impronta stilistica, uno di questi fu Carlo Bononi. 

San Sebastiano di Carlo Bononi, Strasburgo, Museo Belle Arti

Carlo Bononi ebbe maestri del calibro di Ludovico Carracci, Guercino, Guido Reni, ma la sua fu una pittura vigorosa, forte, calda, naturalista e particolarmente ferrata nella rappresentazione delicata del nudo maschile, di cui sono testimoni le pale d’altare raffiguranti il martire San Sebastiano o le Madonne dal fare semplice e quotidiano.

San Sebastiano di Carlo Bononi, Reggio Emilia, Cattedrale

Carlo Bononi fu uno sperimentatore la cui ricerca artistica si focalizzò a lungo sulla gestualità, molto ricca nelle sue opere. Prolifico ed inquieto sperimentatore, diverse furono le pale d’altare che egli realizzò a Ferrara, Bologna, Reggio Emilia, Mantova, Fano. La sua opera più significativa fu realizzata nella Chiesa di Santa Maria in Vado a Ferrara, composta dai maestosi teleri dei soffitti della navata e del transetto e dall’avvolgente decorazione del catino absidale.

Angelo custode di Carlo Bononi, Ferrara, Pinacoteca Nazionale

Carlo Bononi occupa un posto di rilievo nella storia dell’arte del Seicento ed è uno degli artisti più significativi della scuola ferrarese. Ferrara, la sua città natale, gli dedica la mostra Carlo Bononi, l’ultimo sognatore dell’officina ferrarese, a Palazzo Diamanti, fino al 7 gennaio 2018.

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *