Come superare la paura di volare

Alitalia, con il programma Voglia di Volare, organizza periodicamente dei corsi per vincere la paura di volare che comprendono un’esperienza sul simulatore di volo ed esercizi di rilassamento.

Il rischio di incidenti aerei mortali è meno di uno ogni due milioni di voli e la percentuale di vittime in caso di incidente è mediamente del 50 per cento dei passeggeri, valori estremamente bassi, ma la paura di volare attanaglia alcune persone e può precludere loro piacevoli esperienze di viaggio e interessanti opportunità lavorative ed esistenziali.

La paura di volare colpisce tra il 2 ed il 3 per cento dei viaggiatori e, per via dell’ansia, circa la metà di questi può arrivare a cancellare una prenotazione.

La paura di volare è una fobia e per vincerla la terapia più efficace è quella su un simulatore, esperienza virtuale che aiuta la persona fobica a cimentarsi con la situazione temuta senza correre alcun rischio reale; l’efficacia consiste nell’esposizione graduale allo stimolo scatenante al fine di familiarizzare progressivamente con l’oggetto della fobia in una situazione immaginaria, aumentando così nella persona fobica la sua sicurezza. Quella dell’esposizione graduale è peraltro una delle tecniche più usate nella psicologia cognitivo-comportamentale per superare le fobie.

Leggendo un interessante articolo di Francesco Cro, psichiatra e professore nella facoltà di medicina dell’Università di Roma La Sapienza, pubblicato su Mente & Cervello, ho compreso le basi dello sviluppo delle fobie, tra le quali c’è quella di volare. Nelle persone predisposte allo sviluppo di fobie c’è un’infanzia passata con genitori solitamente ansiosi, controllanti ed iperprotettivi al punto che il mondo gli apparirà minaccioso, pericoloso ed il bisogno di protezione prevarrà su quello di libertà. Le fobie sono una strategia che usa il cervello per convogliare l’eccessiva ansia e paura del mondo in situazioni specifiche da evitare.

La paura di volare è una fobia che si può superare con programmi di supporto che prevedono simulazioni e tecniche di rilassamento, come quello messo in essere da Alitalia con Voglia di Volare, anche se un approccio più personale e psicoanalitico può risolvere alla radice il problema delle fobie di una persona, specialmente quando sono più di una.

Cinzia Malaguti

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *