Marocco express

Ah, il Marocco! Ho rivisto il filmino che avevo girato durante quella vacanza ed il ricordo mi ha inebriato la mente al punto da desiderare di rendervi partecipi. I colori ed il silenzio del deserto, i profumi speziati dei mercati, queste sono le prime emozioni evocate dal ricordo del Marocco. Tuttavia, c’è dell’altro!

1812
Marocco, Merzouga

Ah, il Marocco! Ci sono stata alcuni anni fa, quando ancora non utilizzavo lo strumento con cui leggete questi appunti. Ho rivisto, in questi giorni, il filmino che avevo girato durante quella vacanza ed il ricordo mi ha inebriato la mente al punto da desiderare di rendervi partecipi.

I colori ed il silenzio del deserto, i profumi speziati dei mercati, queste sono le prime emozioni evocate dal ricordo del Marocco. Tuttavia, c’è dell’altro!

Il Marocco e le sue città imperiali

Sono quattro e videro il loro splendore tra l’XI ed il XIV secolo ed ognuna ha la sua originalità.

Marocco, Rabat, la torre di Hassan
Marocco, Rabat, la torre di Hassan
Marocco, Rabat, ingresso alla Cittadella, ovvero Kasba degli Oudaia
Marocco, Rabat, ingresso alla Cittadella, ovvero Kasba degli Oudaia

Rabat è la capitale del Paese, è moderna con la sua Av. Mohammed V ed antica con le sue mura degli Andalusi, la Moschea dell’Artigianato, il Palazzo Reale, i giardini e la torre di Hassan, le vie ed i mercati (souk). Rabat, città moderna che cerca di convivere con la sua anima antica, è Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Marocco, Fes, panoramica della medina (città vecchia)
Marocco, Fés, panoramica della medina (città vecchia)
Marocco, Fes, architettura della medina
Marocco, Fés, architettura della medina

Fés è la più antica città imperiale del Marocco ed anche quella che conserva più intatta la sua cittadella; passeggiando per i suoi vicoli, sembra veramente di immergersi in un mondo lontano secoli, per i mestieri svolti ancora manualmente, per l’arredamento essenziale (quando c’è!) delle botteghe, per i rumori e gli odori diffusi. La vita nella cittadella di Fés appare così lontana dal mondo attuale da sembrare – all’inizio – quasi artefatta, poi – però – leggi la durezza del quotidiano e la fatica nel volto delle persone ed allora capisci che lì è ancora realtà. La città vecchia (medina) di Fés è Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Marocco, Marrakech, la piazza Jami el Fna
Marocco, Marrakech, la piazza Jami el Fna o piazza degli impiccati
Marocco, Marrakech, minareto Koutoubia
Marocco, Marrakech, minareto Koutoubia

Marrakech ha, invece, un fascino misterioso. La piazza degli Impiccati è veramente enorme e piena di gente dai coloratissimi caffetani; caffetani rossi, viola, verdi, blu: un’orchestra di colori! Caratteristici sono gli incantatori di cobra ed i venditori d’acqua. Non vi perderete nella sua medina e farete qualche buon acquisto nei suoi souk. La grande piazza di Marrakech vi porterà con la fantasia sul set di un famoso film di Hitchcock che ben rappresenta il clima di mistero e di fascino esotico di Marrakech.

Marocco, Meknes, porta accesso alla città vecchia
Marocco, Meknes, porta accesso alla città vecchia

Meknes con i suoi 25 km di mura fu costruita alla fine del ‘600. La città vecchia di Meknes è Patrimonio dell’Umanità Unesco.

In tutte, medina e souk sono come il sangue che scorre nelle vene di queste città dal sapore antico.

Il Marocco ed il deserto.

Le kasbah ed il deserto sono le vere bellezze del Marocco.

Marocco, la Kasbah di Ouarzazate
Marocco, la Kasbah di Ouarzazate

Le kasbah sono gli antichi villaggi berberi, fortificati e costruiti di terra, suggestivi per le forme fiabesche, i colori nelle diverse tonalità ocra e la vegetazione prossima al deserto.

Vi consiglio di percorrere la via delle Kasbah: vi sentirete immersi in una fiaba!

Marocco, la via delle kasbah
Marocco, la via delle kasbah

Ora il deserto!

Il deserto
Il deserto

Ho visto, ho passeggiato ed ho dormito sulle dune di Merzouga. Un’esperienza indimenticabile! Una notte nel deserto, sotto le tende berbere, è un’esperienza unica perché unico è il silenzio del deserto, un silenzio che oserei definire paradisiaco.

Non esitate, visitate il Marocco: le sue Città Imperiali con le sue Medine (centri storici), i suoi Souk (mercati), il suo Deserto.

Buona vacanza!

Cinzia Malaguti

 

N.B.: le foto sono tratte da Wikipedia