Le fiabe di Andersen

Hans Christian Andersen nacque a Odense, Danimarca, nel 1805. Celebre per le sue fiabe, Andersen gioca con la satira sociale ed i suoi eroi sono tutti di umili origini. Il brutto anatroccolo, una delle sue opere più conosciute, cos’è se non il riscatto di un umile e diverso anatroccolo che, con la tenacia ed il coraggio, si eleva a cigno?! Fiabe nate nella Danimarca del XIX secolo, ma che sono sempre attuali nel rispecchiare l’anelito degli ultimi di ogni società.

Casa natale di Andersen a Odense

Hans Christian Andersen era figlio di un umile ciabattino e di una lavandaia. La sua famiglia, pertanto, apparteneva allo strato più basso della società, tuttavia aveva accesso allo strato più alto; infatti, la madre lavava i panni reali ed il piccolo Andersen giocava con il futuro re. Hans fu, in un certo senso, fortunato anche perché fu proprio durante la sua infanzia che passò la legge sulla scolarizzazione, così la gente imparò a leggere e a scrivere. Al giovane Andersen piaceva leggere, così andava a bussare alle porte di gente più facoltosa in cerca di libri; quando partì per Copenaghen  aveva già letto Schiller, Klopstock e Shakespeare che era il suo preferito.

Ritratto di Andersen

Nelle storie di Andersen non manca un certa vena di satira sociale, i grandi ed i potenti in genere sono messi in ridicolo. In I vestiti nuovi dell’imperatore c’è un imperatore vanitoso con vestiti invisibili, in La principessa sul pisello c’è una principessa così ipersensibile da riuscire a sentire un pisello sotto venti materassi.

Andersen fu il cuore della Danimarca del XIX secolo; attraverso le sue storie, Hans raccontava di un paese che stava cambiando ed anelava ad un posto dove l’umile ciabattino valesse tanto quanto un re. Quelle di Andersen sono fiabe nate nella Danimarca del XIX secolo, ma sono sempre attuali nel tenere lontani il tarli dell’avidità, della superbia, dell’avarizia, della vanità.

Museo Andersen, disegno originale

A Odense, Danimarca, è visitabile la Casa Natale di Andersen ed il Museo che raccoglie anche disegni e manoscritti originali. Orari di apertura: dal martedì alla domenica, dalle ore 10,00 alle ore 16,00

Cinzia Malaguti

Videografia: video documentario Art of Scandinavia – C’era una volta in Danimarca su Rai Play