I benefici della frutta secca a guscio

Nutrition Foundation of Italy ha pubblicato un'interessante sintesi delle numerose ricerche e studi clinici sugli effetti del consumo di frutta secca a guscio. Ne esce un quadro incoraggiante al consumo di noci, mandorle, nocciole e pistacchi se inserito all'interno di un'alimentazione bilanciata.

1832

Nutrition Foundation of Italy ha pubblicato un’interessante sintesi delle numerose ricerche e studi clinici sugli effetti del consumo di frutta secca a guscio. Ne esce un quadro incoraggiante al consumo di noci, mandorle, nocciole e pistacchi se inserito all’interno di un’alimentazione bilanciata.

Il consumo regolare di frutta secca a guscio esercita effetti benefici sulla salute grazie alla presenza di acidi grassi insaturi ed altri composti nutrizionalmente importanti.

Le diverse ricerche e studi clinici pubblicati (ben 415!) hanno rilevato una riduzione del colesterolo totale  (tra il 2% ed il 16%) e delle LDL, il cosiddetto “colesterolo cattivo” (tra il 2% ed il 18%), in soggetti sani, rispetto ai controlli, con il consumo regolare di noci. La riduzione del colesterolo “cattivo”è associata ad una riduzione del rischio cardiovascolare. Le ricerche che hanno preso in esame donne affette da diabete di tipo 2 hanno pure dimostrato effetti favorevoli sul sistema cardiovascolare.

In particolare, le noci, grazie agli acidi grassi Omega 3 di cui sono ricche, hanno importanti funzioni protettive nei confronti dei processi infiammatori, riducono la colesterolemia totale e LDL e migliorano l’elasticità dei vasi sanguigni, purché consumate nell’ambito di un’alimentazione bilanciata.

frutta secca a guscioContrariamente a quanto comunemente si pensa che la frutta secca faccia ingrassare, le diverse ricerche e studi clinici hanno dimostrato che il consumo di frutta secca è associato ad una leggera riduzione del rischio di aumentare di peso ed obesità, sempre se tale consumo è inserito all’interno di una dieta bilanciata, come la dieta Mediterranea.

Dunque, le ricerche e gli studi clinici hanno messo in evidenza che il consumo regolare di frutta secca a guscio (una decina al giorno) migliora significativamente, da un punto di vista statistico, lo stato di salute, agendo in modo favorevole su diversi parametri (colesterolo, controllo glicemico, processi infiammatori) che sono indici di rischio per varie patologie, riducendo quindi la mortalità.

Di seguito trovate il link dove potrete scaricare gratuitamente il mensile AP&B, Alimentazione Prevenzione & Benessere, numero 10, contenente tutte le informazioni sugli studi clinici, la bibliografia ed una tabella delle proprietà della frutta secca.

Buona salute!

Cinzia Malaguti