Valli di Comacchio, una piacevole escursione

Le Valli di Comacchio si trovano nell’area del Delta del Po emiliano, nei pressi della deliziosa cittadina di Comacchio, chiamata la piccola Venezia per la fitta rete di canali che l’attraversano. Una bella gita in barca ti porterà a conoscere un affascinante scenario naturalistico che ospita la più grande varietà di fauna ornitica d’Italia, soprattutto fenicotteri, aironi, garzette; qui l’uomo, da secoli, ha trovato sostentamento in simbiosi con la natura.



Le valli di Comacchio che oggi possiamo ammirare sono il risultato di una serie di fattori: abbassamento del suolo, impaludamento della zona costiera, frequenti alluvioni dei fiumi e, infine, in epoche più recenti, modifica del corso del Po che, sbarrato dai suoi stessi detriti, fu costretto a sfociare più a nord lasciando una vasta area paludosa. Le valli di Comacchio sono un ambiente naturalistico caratterizzato da vasti specchi d’acqua salmastra, dossi, antiche dune costiere ed isolotti; le acque coprono una superficie di 13.000 ettari e sono poco profonde.

valli di comacchio
Valli di Comacchio, fenicotteri rosa



valli di comacchio

Nelle valli di Comacchio è molto praticata la pesca, soprattutto delle vongole, ma in passato erano anche ricca fonte di un prezioso prodotto: il sale. Tipici della zona sono i casoni di pesca, casette in legno poggiate su pali conficcati nell’acqua, caratterizzate da enormi reti da pesca.

valli di comacchio
Casone da pesca
valli di comacchio

Escursioni nelle valli di Comacchio. Durante una piacevole navigazione avrete modo di avvistare le numerose specie faunistiche che abitano questa zona come volpoche, germani reali, garzette, aironi, cormorani, beccacce di mare e fenicotteri rosa. Diverse sono le motonavi che partono da Porto Garibaldi, lungo il porto canale, per portare i turisti all’interno delle Valli di Comacchio; io ho navigato con Albatros in un pomeriggio domenicale (dalle 16,30 alle 18,30). La navigazione risale il porto canale di Porto Garibaldi verso ovest; superato il porto peschereccio e il ponte sulla Romea, l’ambiente inizia a cambiare progressivamente, si avvistano le prime aree paludose, i capanni da pesca e alcuni pescatori intenti alla raccolta delle vongole. Giunti nei pressi della cittadina di Comacchio, si entra nella Valle Fattibello, zona umida di importanza internazionale e simbolo dello stretto rapporto uomo-natura che ha legato Comacchio alle sue Valli nel corso dei secoli. In questa valle, da alcuni anni, è possibile avvistare regolarmente i fenicotteri rosa, i quali nidificano nelle vicine saline. Durante l’escursione viene offerto un aperitivo con assaggio di frittura mista di pesce.

Valli di Comacchio, navigazione



Per un buon pranzo a base di ottimo pesce, ti consiglio Osteria “Il gran fritto del marinaio” a Porto Garibaldi, sul porto canale, in via Caduti del Mare nr. 34. Prenota al nr. 391.1488196. Provato personalmente con soddisfazione.

Buona vita!

Cinzia Malaguti

One thought on “Valli di Comacchio, una piacevole escursione

I commenti sono chiusi.