Le sei cause del grasso addominale

Da un po’ di tempo m’interesso di nutrizione e di scienze dell’alimentazione, studiando e facendo ricerche, soprattutto sul ruolo del cibo nella prevenzione di disturbi più o meno gravi. Uno di questi è la sindrome matabolica, un disturbo di tipo infiammatorio, legato principalmente allo stile di vita ed alimentare. Il grasso addominale è tra i principali fattori di rischio della sindrome metabolica. Vediamo quali ne sono le cause e quali i rimedi.

L’adipe o grasso addominale non è la semplice e morbida pancetta, ma quella rotondità estesa e solida che si estende ben oltre e può danneggiare il cuore, il cervello e provocare stati infiammatori che causano invecchiamento precoce e malattie anche gravi.

Le cause dell’adipe addominale sono ben sei: età, sedentarietà, stress, eccesso di zuccheri, errori alimentari, intolleranze alimentari.

Età

L’età è un fattore predisponente; è vero, sul passare del tempo nulla possiamo fare, ma possiamo divenire consapevoli che è necessario intervenire sugli altri fattori per ridurre il più possibile l’effetto dell’età sul nostro benessere. Quindi, utilizziamo l’avanzare dell’età per spronarci a vivere in maniera più salutare, per invecchiare il meglio possibile.

Sedentarietà

La sedentarietà è un fattore di rischio per tutte le patologie, quindi fare regolare attività fisica è molto importante. Che sia attività fisica aerobica all’aria aperta (correre, andare in bicicletta, camminare a passo veloce) o in palestra (pesi, ecc.), importante è stimolare e potenziare le funzioni dell’organismo attraverso il movimento. Non dimentichiamo che i nostri primi antenati erano cacciatori, quindi noi non siamo fatti per una vita sedentaria. La sedentarietà inevitabilmente porta ad un accumulo di grasso addominale.

Stress

Lo stress cronico, quello che perdura nel tempo tenendo molto a lungo sotto pressione l’organismo, è nocivo per l’organismo. Non è lo stress positivo generato da un impegno che si conclude più o meno felicemente, è lo stress indifferenziato, quel senso di tensione generalizzata, senza una causa specifica o con una causa specifica che si protrae troppo a lungo senza conclusione. Occorre, in questi casi, imparare l’arte del distacco, cercare di vedere gli eventi della vita come spettatori; ci vuole solo esercizio.

grasso addominale

Eccesso di zuccheri

Sull’eccesso di zuccheri causa di grasso addominale c’è poco da dire perché tutti sanno che è causa di guai, ma si parla di eccesso, invece un dolcino ogni tanto può diventare una giusta ricompensa per una fatica o per un impegno portato a termine. Il consumo di zuccheri causa un picco glicemico che, se continuo ed eccessivo, mette in crisi il sistema insulinico, genera infiammazioni e sindrome metabolica. Il grasso addominale è solo l’aspetto più visibile del problema.

Errori alimentari

Gli errori a tavola sono tra le cause più predisponenti dell’accumulo di adipe sull’addome e dei relativi problemi di salute. Gli errori alimentari vanno dal consumo eccessivo di cereali raffinati e loro derivati, cioè privati della fibra, alle bibite zuccherate e gassate, ai dolci, agli alimenti contenenti grassi idrogenati, ai cibi grassi come formaggi, insaccati, salumi e carni grasse. A questi errori alimentari si può porre rimedio privilegiando il consumo di cereali e derivati integrali, abbondante verdura di stagione, frutta alla mattina e come spuntini, legumi, latticini magri (ricotta, yogurt, ecc.), carni bianche (pollo e tacchino) e pesce, semi oleosi, olio extra vergine d’oliva. Privilegiare il piatto unico composto da metà contenuto in verdure di stagione, un quarto di proteine (carni bianche o pesce o legumi o uova o formaggi magri) e un quarto di cereali integrali. E’ poi necessario bere ogni giorno 2 litri di acqua per pulire l’organismo e idratarlo adeguatamente.

Intolleranze alimentari

Se siamo intolleranti a un componente dei cibi che mangiamo, facilmente questa intolleranza si traduce in un accumulo di adipe perché quel componente non viene correttamente metabolizzato. La presenza di intolleranze alimentari può anche essere una delle ragioni per la quale, nonostante gli sforzi, non riusciamo a dimagrire. Una delle più diffuse intolleranze è quella al glutine contenuto in alcuni cereali. Esistono specifici test per stabilire se siamo intolleranti a qualche componente alimentare.

Cinzia Malaguti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *