La effimera strada di ghiaccio canadese

La strada di ghiaccio è aperta solo due mesi all’anno e solo quando la temperatura non sale sopra i -25° C.. E’ una strada effimera di circa 200 km sul fiume Mackenzie e che prosegue sul mare di Beaufort per collegare Inuvik all’isolato villaggio di Tuktoyaktuk nei mesi in cui la temperatura può arrivare anche a -50°. Siamo nel nord-ovest canadese, ai confini con l’Oceano Artico.



Il viaggio sulla strada di ghiaccio inizia a Inuvik, ma solo camionisti lautamente pagati ed adeguatamente preparati si avventurano su questa strada effimera. Sì effimera perché si tratta di una strada di ghiaccio tracciata sul corso del fiume Mackenzie, aperta solo circa due mesi all’anno, quando il freddo è così glaciale che lo spessore della coltre di ghiaccio del fiume riesce a reggere il peso di pesanti autotrasporti. Negli altri periodi dell’anno, questo territorio è una laguna paludosa.

strada di ghiaccio
Strada di ghiaccio, Nord Ovest Canada (screenshot)

Paradossalmente, è proprio d’inverno che le comunità dei villaggi che si affacciano sul Mar Glaciale Artico riescono ad uscire meglio dall’isolamento, grazie alla spola dei camion che affrontano questa pericolosa strada. D’estate, la zona è paludosa e l’unico mezzo per trasportare merci è la barca, ma è complicato perché vi possono transitare solo piccole barche. Il piccolo aeroporto di Tuktoyaktuk viene in soccorso. Per immaginare quanto questo territorio e le sue comunità siano disagiate, date un’occhiata alla mappa e vi verrà in mente (scusate il paragone, ma rende bene l’idea!) un pezzo di formaggio emmental o un pezzo di legno molto tarlato, per la miriade di acquitrini di cui è costellato. D’inverno è percorribile solo con motoslitte, ma per i camion che trasportano i rifornimenti alimentari e non solo, c’è la strada del fiume ghiacciato. Riassumendo, il villaggio Inuit di Tuktoyaktuk nell’Artico canadese è raggiungibile in aereo e, in pieno inverno, con la strada di ghiaccio.



Mappa territori nord ovest canadesi (Google Maps)

La strada di ghiaccio parte da Inuvik, raggiungibile con la Dempster Hwy, segue il corso del fiume Mackenzie che più a nord sfocia nel mar di Beaufort al confine con l’Oceano Artico. Qui le temperature invernali possono raggiungere anche i – 50° e più sono basse, più la strada di ghiaccio è sicura. E’ necessaria molta prudenza nel percorrere la strada di ghiaccio ed i pericoli non mancano, per questa ragione i camionisti qui sono molto ben pagati; sotto lo spessore del ghiaccio, l’acqua del fiume scorre, il passaggio del camion crea un’onda che, se troppo alta, può romperlo. La prudenza non è mai troppa qui, la velocità deve essere contenuta ed occorre ascoltare il rumore del ghiaccio al passaggio del mezzo, ma i crepitii non mancano mai. Lo spessore del ghiaccio è, comunque, costantemente monitorato e, quando scende oltre un certo limite, la strada viene chiusa.

strada di ghiaccio
Strada di ghiaccio, nord ovest Canada (screenshot)

La strada del fiume ghiacciato dura circa due mesi, ma la sua durata diminuisce di due giorni ogni anno, a causa del riscaldamento globale.

Cinzia Malaguti

Videografia: Canada: la strada di ghiaccio su Rai Play