Week-end in Slovenia

Ho trascorso un week-end in Slovenia, in visita alle sue località più importanti e frequentate: Grotte di Postumia, Lubiana e Lago di Bled. Seguitemi in questo mio racconto, dove troverete suggerimenti utili per la vostra visita in Slovenia.

La Slovenia confina a Ovest con l’Italia, a Nord con Austria, ad Est con Ungheria e Croazia e a Sud con la Croazia, in un territorio geografico a forma di simpatica gallina, rivolta ad Est.

La Slovenia, dal 2004 membro dell’Unione Europea, è terra di raccordo tra tre culture: quella tedesca, da cui ha preso precisione, meticolosità e disciplina, quella latina/ mediterranea, da cui ha preso la solarità e la voglia di chiacchierare e quella slava di cui ha le radici nell’orgoglio di appartenenza e nelle relative tradizioni. Gli sloveni sono un popolo slavo pacifico e l’aver accolto senza contrasto, sin dal IX secolo, il cristianesimo salvò gli Sloveni dallo sterminio, a seguito delle conquiste germaniche; anche nelle recenti guerre balcaniche, a seguito della dissoluzione della Jugoslavia, gli sloveni hanno mantenuto un atteggiamento defilato. Il 75% degli sloveni è di religione cattolica, una delle più alte percentuali nel mondo slavo, principalmente cristiano-ortodosso. La moneta è l’Euro.

Bandiera della Slovenia
Bandiera della Slovenia con la montagna a tre punte

A proposito di tradizioni, la bandiera della Slovenia porta il disegno di una montagna con tre punte; è molto diffuso ancora oggi il rito di iniziazione per l’appartenenza alla comunità slovena sulla montagna Triglav.

Come dicevo, le località della Slovenia più importanti e frequentate dai turisti sono le Grotte di Postumia, il Lago di Bled e la rinnovata capitale Lubiana.

Grotte di Postumia

Le Grotte di Postumia sono a pochi chilometri oltre il confine italiano di Gorizia; furono scoperte nel 1818 ed il primo tratto, quello di più antica scoperta, è visitabile dal 1819. Le Grotte di Postumia sono le più importanti d’Europa, per l’estensione su tre livelli e la gran varietà di conformazioni di stalattiti (quelle che si formano dall’alto in basso) e stalagmiti (quelle che si formano dal basso all’alto). Le più lunghe grotte d’Europa si trovano, invece, in Ucraina, mentre a livello mondiale si trovano negli Stati Uniti. La formazione delle stalagmiti e stalattiti richiede migliaia di anni.

Grotte di Postumia
Grotte di Postumia

Le caverne sono molto ricche di stalattiti e stalagmiti che si sono formate per scioglimento del calcare, a seguito di penetrazione dell’acqua nella roccia carsica. Il diverso colore di queste meravigliose formazioni dipende dalla presenza di ossidi nella roccia, cosicché le concrezioni rosa segnalano la presenza di ossidi di ferro, mentre se sono bianche segnalano l’assenza di ossidi. Le formazioni nerastre, nella prima parte delle grotte, sono dovute agli incendi causati dai depositi di materiale esplosivo durante la seconda guerra mondiale.

Grotte di Postumia, Sala degli "spaghetti"
Grotte di Postumia, Sala degli “spaghetti”

Famose sono alcune sale cavernicole: la sala, cosiddetta, degli spaghetti per le stalattiti dalla curiosa forma lunga e sottile e la sala dei concerti, per la grandezza e l’ottima acustica.

Clima interno. La temperatura interna alle grotte è sugli 8° C., un po’ di più in estate ed un po’ di meno in inverno; l’umidità è molto alta, intorno al 90%.

Grotte di Postumia
Grotte di Postumia

La visita. Stallatiti e stalagmiti di una varietà incredibile di forme e colori si susseguono nei 3 chilometri di percorso guidato a piedi, a cui si accede grazie ad un comodo e divertente trenino. Durante la visita non occorrono scarpe particolari perché il percorso è su pavimento trattato antiscivolo, ma certamente fa freddo e umido, quindi utilizzate un abbigliamento caldo e traspirante. La visita, sempre guidata, dura circa un’ora e trenta. Trovate informazioni utili su orari ed acquisto dei biglietti sul sito ufficiale delle Grotte di Postumia.

Lago di Bled

La seconda più grande attrazione della Slovenia, dopo le Grotte di Postumia, è il Lago di Bled. Il Lago di Bled, profondo fino a 30 metri, lungo fino a 2,2 chilometri e largo fino a 1,3 chilometri, è famoso per il suo isolotto centrale con annessa chiesetta.

Lago di Bled con vista sull'isolotto
Lago di Bled con vista sull’isolotto

Il Lago di Bled si trova a circa 500 metri s.l.m., ma assomiglia tanto ad un lago alpino con le sue case con il tetto a punta, sparse in qua e in la sulla collina e sul lungolago e con il castello che lo sorveglia dall’alto.

Lago di Bled
Lago di Bled

Potete fare il giro del lago con un comodo trenino oppure in calesse; comunque vi consiglio di farvi portare sull’isolotto con una delle caratteristiche barche, per avere una prospettiva diversa di questo grazioso lago

Lago di Bled
Lago di Bled

Altre informazioni turistiche sul Lago di Bled le trovate sul sito Bled.si.

Lubiana

Lubiana, la capitale della Slovenia, è oggi una città moderna, vivace, animata; adagiata sul piccolo fiume Ljubljanica, ha un bel centro storico dominato da un classico castello medioevale.

Lubiana, centro storico
Lubiana, centro storico

Lubiana ha visto modificare la sua immagine architettonica negli ultimi 9 anni grazie agli interventi di ristrutturazione conservativa dei palazzi del centro storico e la sua pedonalizzazione; palazzi rimessi a nuovo e piazze animate hanno fatto rifiorire una città, precedentemente ingrigita dal regime comunista di Tito, segnando così un elemento di rottura con la precedente inefficienza burocratica.

L’architettura di Lubiana, con le sue case con i tetti a punta, è molto influenzato da quello della vicina Austria; d’altra parte, Lubiana faceva parte dell’impero austro-ungarico nell’antichità.

Lubiana, centro storico
Lubiana, centro storico

Da vedere sono la Cattedrale di San Nicola che ha visto la mano di artisti italiani, con ottimo risultato visivo e d’insieme e la Chiesa di Preseren Square, per il suo luminoso e caratteristico colore rosa della facciata esterna; Lubiana è però soprattutto bella da passeggiare nel suo grazioso centro storico, tra ponti e piazze, strade ciottolate e belle chiese, bar con tavoli all’aperto e feste popolari frequenti.

Lubiana, vista fiume, Cattedrale e Castello
Lubiana, vista fiume, Cattedrale e Castello
Lubiana, Cattedrale di San Nicola, interno
Lubiana, Cattedrale di San Nicola, interno

 

Lubiana, centro storico
Lubiana, centro storico

Curiosità: a proposito di ponti, date un’occhiata ai draghi disposti ai quattro angoli del Ponte dei Draghi, vicino al colonnato; nella regione, il ponte prende il soprannome di “matrigna“, al femminile, perché questi draghi sono troppo spaventosi ed arrabbiati per assomigliare ad un lubianese maschio, dicono: lui è sempre al bar a bersi una birra, non ha tempo di arrabbiarsi! Il drago è anche simbolo della città, presente nel suo stemma.

Lubiana, Ponte dei Draghi
Lubiana, Ponte dei Draghi
Bandiera di Lubiana
Bandiera di Lubiana con il drago

Su Visit Ljubljiana potete trovare altre utili informazioni per il vostro soggiorno a Lubiana.

Pernottamenti e ristoranti

Le tre attrazioni della Slovenia sono vicine le une alle altre, io vi consiglio di pernottare a Lubiana; l’Hotel Plaza, dove io sono stata, è tra i migliori, ma si trova nella zona commerciale della città, a 3 chilometri dal centro storico.

Per quanto riguarda i ristoranti, prima dell’ingresso alle grotte di Postumia, trovate uno storico ristorante di buon livello, con buona cucina di carne. Al lago di Bled, sulla sua sponda destra, con tavolini anche a due passi dall’acqua, trovate un frequentato ristorante con buona cucina.

A questo punto non mi resta che augurarvi buona vacanza!

Cinzia Malaguti

 

Un pensiero riguardo “Week-end in Slovenia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *