Trekking ai Sassi di Roccamalatina

I Sassi di Roccamalatina si trovano sulle prime pendici dell’Appennino modenese. Sono torrioni di arenaria che si stagliano superbi in un paesaggio caratterizzato da dolci pendii e da boschi di castagne; formano il Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina fruibile dai visitatori a piedi o in bike. Diversi sono i sentieri, ma vi consiglio di fare quello ad anello (nr. 3) che permette di fare trekking intorno a queste meraviglie della natura, godendo di bellissime panoramiche.

Sassi di Roccamalatina
I Sassi visti da un tratto del sentiero 3

Come arrivare. Per giungere al parcheggio del Parco dei Sassi di Roccamalatina dovete percorrere la strada provinciale nr. 623 fino alla località La Tagliata (oltre Guiglia), qui dovrete imboccare Via Pieve di Trebbio, seguendo la segnaletica per il Parco. La strada provinciale 623 si imbocca dalla strada provinciale 569 che collega Vignola e Modena a Bazzano e Bologna, all’altezza della località Formica, nei pressi di Savignano sul Panaro.

Sassi di Roccamalatina
Trekking ai Sassi di Roccamalatina



L’ambiente. Pascoli, fitti castagneti, vite e frutteti distribuiti in lievi colline circondano i Sassi di Roccamalatina, formazioni rocciose atipiche che sembrano messe lì da una mano burlona. Sono giganteschi sassi di arenaria che abbelliscono un territorio appenninico già pregevole e le cui pareti verticali sono sede di nidificazione di rapaci quali il Falco Pellegrino ed il Gheppio, ma non solo. L’istituzione del Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina garantisce la protezione e la manutenzione di questo territorio adatto a diversi percorsi naturalistici a piedi o in bike, molto ben segnalati.

Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina
Sassi di Roccamalatina



Sassi di Roccamalatina

I sentieri. Il sentiero più bello per chi ha tempo e voglia di camminare è quello contrassegnato con il numero 3; è un percorso ad anello che parte dal parcheggio di Pieve di Trebbio ed arriva allo stesso in circa 2 ore e 30 minuti, con un dislivello di 344 m ed una lunghezza totale di 8,5 km di media difficoltà. Il percorso nr. 1 sale, invece, in cima al Sasso della Croce, ma è a pagamento. Il percorso nr. 2 parte, invece, dal parcheggio La Casellina del borgo di Roccamalatina, è ad anello anche questo, ha un tempo di percorrenza più breve (1 ora e 30 minuti) perché di lunghezza minore (4,5 km), rispetto al nr. 3, ma non permette una panoramica a 360° dei Sassi, cioè non ci gira intorno.

Sentiero 3 tratto
Tratto sentiero 3

Il sentiero ad anello nr. 3. E’ quello che vi consiglio di fare. Dal parcheggio di Pieve di Trebbio, salite verso il ristorante Il Faro, proseguendo incontrerete Borgo dei Sassi (Rocca di Sopra), qui potrete salire (a pagamento) fino in cima al sasso con la croce. Proseguendo vi attende un tratto di sentiero in discesa in mezzo al bosco, impegnativo, ma non pericoloso, quindi arriverete in prossimità di un piccolo corso d’acqua. Il sentiero prosegue in leggera salita, ripagata da meravigliose panoramiche sui Sassi, quindi arriverete alla località S. Apollonia; su tranquilla stradina giungerete poi al Mulino delle Vallecchie, quindi, ora in continua salita, raggiungerete il borgo di Pieve di Trebbio ed il vostro parcheggio. Totale lunghezza 8,5 km, tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti, dislivello 344 m, difficoltà media.

Tratto sentiero 3
Sassi di Roccamalatina

Buon trekking!

Cinzia Malaguti