Thea Crudi, la musica della spiritualità

Musica rilassante, suoni orientali, sonorità energetiche, voce sublime, questa è Thea Crudi, musicista e ricercatrice sonora italo-finlandese. I concerti di Thea si basano sulla ripetizione di parole e frasi (Mantra) al suono dolce e modulato della sua voce ed accompagnati dalle campane tibetane e dal tamburo. Una piacevole ed interessante scoperta.

Thea Crudi in concerto al Modena Benessere Festival

Biografia. Thea Crudi ha studiato canto jazz al Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro ed in quel periodo ha partecipato a concerti, concorsi, rassegne musicali e festival di jazz, vincendo alcuni premi; qualche anno dopo, ha vinto una borsa di studio Erasmus per studiare al Conservatorio di Amsterdam, dove ha vissuto per un anno e dove la vita le ha aperto nuovi mondi sonori e possibilità, nella ricerca di un punto di collegamento tra musica e spiritualità. In Olanda ha avuto l’occasione di approfondire la musica carnatica dell’India, la musica elettronica e, soprattutto, ha incontrato un genere musicale che ha dato una svolta completa sia alla sua vita che al suo modo d’intendere la musica: la tradizione Gamelan dell’isola di Java. L’incontro con la musica indonesiana ha portato Thea ad approfondirne tecniche ed essenza presso l’importante Indonesian Institute of the Arts di Surakarta, nel centro dell’isola di Java. Nuovi incontri, collaborazioni artistiche e tante amicizie si sono susseguite in quel paese, dove ha studiato la tradizione musicale indonesiana con maestri buddisti che l’hanno accompagnata verso un nuovo modo d’intendere il movimento, insegnandole la vocalità spirituale di Java, Mantra e canti sciamanici. Dopo l’Indonesia, la ricerca e lo studio delle tradizioni musicali spirituali è continuata in India, nella città di Rishikesh, ai piedi dell’Himalaya, sul fiume Gange, dove ha vissuto a contatto con alcuni maestri spirituali (yogi), traendone ispirazione nella ricerca di una musicalità in grado di costruire un ponte tra spirito, mente umana e realtà. La musica che Thea Crudi offre ai suoi ascoltatori nei concerti è la sintesi di tutte queste esperienze musicali e spirituali.

Thea Crudi in concerto al Modena Benessere Festival

Il potere terapeutico e spirituale del suono è una tematica molto cara a Thea Crudi che, oltre ad essere una musicista e ricercatrice sonora, sperimenta tutti i giorni su di sé i benefici dell’uso consapevole e positivo dei suoni. D’altra parte, la musica – si sa – ha sempre avuto ed ha un ruolo positivo sulla mente, come ognuno di noi sperimenta abitualmente con la propria musica preferita. La musica di Thea Crudi aggiunge note orientali, spirituali, rilassanti, adatte a riconciliarsi con sé stessi, gli altri, il mondo, la natura. Partecipare ad un concerto terapeutico (così è chiamato) di Thea Crudi è una bella esperienza.

Cinzia Malaguti

Un pensiero riguardo “Thea Crudi, la musica della spiritualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *