Riordinare casa, no problem!

Marie Kondo nel suo Il magico potere del riordino associa il disordine degli spazi al disordine interiore e rivela l’arte del riordino quale viatico alla serenità, all’ordine interiore.

Ho acquistato il libro di Marie Kondo su Il magico potere del riordino incuriosita da quello che può dirci una cultura così diversa dalla nostra, quale è quella giapponese.

Nella lettura, saltavo un po’ in qua e in la, a seconda dei capitoli d’interesse, sperimentandone di volta in volta i consigli, con soddisfazione.

Il consiglio principe è quello di buttare tutto ciò che non serve o non si usa da tempo. Lasciare andare, una dopo l’altra, le cose che hanno fatto il loro corso è come lasciare andare il passato ed i relativi pensieri che, hanno fatto il loro corso, per trattenere solo ciò che è veramente utile per il nostro presente.

Due suggerimenti pratici mi hanno particolarmente entusiasmata, sono molto semplici, ma per abitudine non li avevo mai pensati e, sicuramente, anche molti di voi. Vediamo di cosa si tratta.

Anziché riporre nei cassetti maglie, magliette, camicie, abiti e pantaloni uno sopra l’altro, perché non riporli in verticale? Si recupera un sacco di spazio se vengono piegati ed eventualmente arrotolati, poi riposti in verticale, come frontespizi di libri; vi assicuro che si stropicciano meno che piegati e riposti in orizzontale, oltre al vantaggio dello spazio recuperato.

Anziché riporre le borse imbottite di carta perché non metterle l’una dentro l’altra? Mettetele le più piccole dentro le più grandi, anziché riporle nell’armadio con la carta dentro, si ottiene lo stesso risultato di mantenerle “in forma” e, in più, si recupera tanto spazio.

Buon riordino!

Cinzia Malaguti

Bibliografia: M. Kondo, Il magico potere del riordino, Milano, Vallardi, 2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *