Presidenza Napolitano: un bilancio

Giorgio Napolitano lascia la carica di Presidente della Repubblica Italiana dopo quasi 9 anni di mandato. Giorgio Napolitano è stato l’undicesimo Presidente della Repubblica Italiana, dal 15 maggio 2006 al 14 gennaio 2015 e lascia la carica alla soglia dei novant’anni (nato il 29 giugno 1925).

Giorgio Napolitano è stato Presidente in un periodo molto delicato e difficile della Repubblica Italiana, tra crisi economiche e populismi che lo hanno convinto a rimanere in carica oltre i 7 anni costituzionali.

Giorgio Napolitano è stato un Presidente della Repubblica contestato da alcune frange politiche (M5S e Lega), ma io credo sia stato un buon Presidente per queste ragioni:

  • in un periodo di scarsa credibilità all’estero della politica italiana (governo Berlusconi), ha saputo rappresentare l’Italia in maniera credibile e … compensatoria;
  • in un periodo di grande crisi economica e politica ha saputo tenere in equilibrio la “barca”, cercando soluzioni che impedissero alla situazione di precipitare e compensando così le gravi difficoltà della politica italiana (periodo della caduta del governo Berlusconi, governo Monti, governo Letta).

In alcune situazioni ha forzato la mano, ma ha mostrato grande imparzialità e senso dello Stato, come quando alla caduta del governo Berlusconi, anziché andare al voto, che avrebbe visto il suo partito probabilmente vincitore, ha preferito incaricare Monti di formare un governo tecnico, probabilmente sotto le pressioni europee.

Giorgio Napolitano allora possiamo considerarlo un Presidente della Repubblica votato agli equilibri europei, ma indubbiamente un uomo di Stato, un Presidente che ha sempre anteposto l’interesse dell’Italia e dell’Europa a quelli del suo schieramento politico.

Giorgio Napolitano è stato più di quell’arbitro che vorrebbe la Costituzione, perché ha preso decisioni politiche (governo Monti) condizionando i partiti e dietro le pressioni dell’Europa, ma possiamo rendergli merito di un grande impegno per la stabilità del Paese.

Il 31 gennaio 2015 è stato eletto il successore di Giorgio Napolitano: Sergio Mattarella è diventato il 12° Presidente della Repubblica Italiana, eletto al 4° scrutinio con 665 voti. Buon Lavoro!

Cinzia Malaguti

 

(L’immagine è tratta da Wikipedia)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *