Oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore

Oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore è un’area di riqualificazione ecologica che si trova nei pressi dell’abitato di Crevalcore, in provincia di Bologna. E’ un’area restituita alla natura dove le vasche di decantazione dell’ex zuccherificio sono diventate luogo amato da molti uccelli stanziali e migratori. Anche le cicogne hanno trovato casa qui. Un altro esempio di come l’uomo sia capace di fare cose belle e utili per proteggere l’ecosistema.

Cartellonistica oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore



Le vasche dell’ex-zuccherificio sono diventate un ambiente palustre dove è possibile osservare alcune specie di uccelli nei tre punti di osservazione schermati. Durante i passaggi migratori (marzo/aprile e settembre/ottobre) si possono vedere stormi di pittime reali, numerosi combattenti, totani mori e piro-piro, marzaiole, mestoloni e fischioni, garzette. Nella stagione riproduttiva è, invece, facile avvistare il cavaliere d’Italia, l’airone cenerino e la nitticora. Con l’arrivo dell’inverno fanno la loro comparsa gli aironi bianchi maggiori ed i cormorani, mentre la superficie dell’acqua si riempie di centinaia di alzavole e germani reali. Dove la profondità dell’acqua è maggiore è possibile osservare moriglioni e morette e anatre tuffatrici che si immergono alla ricerca di cibo. Le vasche ospitano anche diverse specie di anfibi e rettili; all’inizio della primavera si possono udire i canti amorosi dei rospi smeraldini. Anche la rara testuggine palustre ha trovato in questo luogo un rifugio dove sopravvivere e riprodursi.

oasi naturalistica ex-zuccherificio di crevalcore
Oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore

La “mascotte” dell’Oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore è, però, una coppia di cicogne bianche che, da quasi vent’anni, torna spontaneamente a nidificare nell’area. Puoi notarne il nido guardando oltre il canale, di lato al percorso di visita dell’Oasi.

Capanno d’osservazione oasi naturalistica ex-zuccherificio di Crevalcore



Come arrivare. Le Vasche si raggiungono percorrendo la tangenziale di Crevalcore in direzione di San Matteo della Decima; poco dopo la località Beni Comunali si svolta in via Bandita. Lasciata l’auto prima della stanga nei pressi del cartello di presentazione dell’area in via Bandita, si prosegue a piedi lungo il percorso di visita indicato nella cartellonistica e seguendo le frecce segnaletiche. E’ possibile raggiungere tre capanni per l’osservazione posti sugli argini delle vasche; da uno di questi è possibile osservare anche uno dei due rimboschimenti.

Buona vita!

Cinzia Malaguti