Irlanda in auto

In Irlanda sono stata diversi anni fa, nei giorni scorsi ho ritrovato l’itinerario di quella bella vacanza, quasi una circumnavigazione in auto di questa bella isola fatta di colline di uno straordinario colore verde smeraldo, maestose scogliere battute dalle onde e dal vento, castelli arrampicati su spuntoni di roccia e graziose cittadine in cui la vita sembra scorrere un po’ lenta.

Quella che vi propongo è un’idea di viaggio itinerante di due settimane che da Dublino vi porterà a Belfast e a Bellycastle, alle Giant’s Causeway e nella penisola del Donegal, a Galway e alle Cliffs of Moher, nel Kerry con il suo famoso giro ad anello (Ring of Kerry), a Cork e a Glendalough, quindi di nuovo a Dublino.

Irlanda, Dublino, Museo Nazionale
Irlanda, Dublino, Museo Nazionale
Irlanda, Dublino, Cattedrale di San Patrizio
Irlanda, Dublino, Cattedrale di San Patrizio

Dublino, capitale irlandese sin dai tempi medievali, è situata sulla foce del fiume Liffey, fra il mare e le colline di Wicklow. Fu fondata dai vichinghi come centro per il commercio di schiavi. Dublino conserva molte caratteristiche settecentesche con i suoi bei palazzi colonnati, le splendide case di età georgiana, i numerosi giardini e le strade larghe. Da non perdere la visita del Museo Nazionale, della Cattedrale di St. Patrick, della Cattedrale di Cristo, del Castello e dei suoi vecchi pub. Il Museo Nazionale raccoglie preziosi reperti di bronzo e d’oro del periodo celtico e oggetti di culto dell’età paleocristiana. Consigliata una tappa anche davanti alla prestigioso Trinity College.

Irlanda, Dublino, Cattedrale di Cristo
Irlanda, Dublino, Cattedrale di Cristo
Irlanda, Newgrange, sito neolitico
Irlanda, Newgrange, sito neolitico

Lasciata Dublino puntiamo verso nord, su Drogheda, per fermarci a visitare l’affascinante sito neolitico di NewgrangeArrivando a Newgrange, Patrimonio dell’Umanità Unesco, la prima impressione è che sia solo un cumulo di terra appiattito ricoperto di erba, alto 13 metri e con un diametro di circa 80 m; in realtà è uno dei più notevoli siti preistorici d’Europa, risalente al 3200 a. C. circa, con la funzione di calendario astronomico. Nei giorni del solstizio d’inverno (18-23 dicembre), alle 8,20, i raggi del sole nascente penetrano lentamente da un’apertura sopra l’ingresso, percorrono il lungo corridoio e invadono la camera funeraria per 17 minuti.

Irlanda, Carrik-a-Rede
Irlanda, Carrik-a-Rede

Procediamo ora verso l’Ulster dove ci fermeremo a visitare Belfast, i suoi giardini ed i suoi murales. Ora la direzione è verso Ballycastle, grazioso villaggio di pescatori, per poi procedere verso le Giant’s Causeway, sempre in Ulster. Prima, però, facciamo una sosta a Carrik-a-Rede, isolotto collegato alla terraferma solo da un dondolante ponte di corda.

Irlanda del Nord, Selciato del Gigante
Irlanda del Nord, Selciato del Gigante

Le Giant’s Causeway, Patrimonio dell’Umanità Unesco, sono davvero straordinarie: circa 40.000 colonne di basalto si allineano per 5 chilometri di fronte alla costa dell’Irlanda del Nord. Si tratta di un fenomeno naturale (cristallizzazione della colata basaltica al contatto con la fredda acqua di mare) noto come Selciato del Gigante per via di una leggenda a essa legata: il gigante irlandese Finn McCool avrebbe costruito un selciato per raggiungere la Scozia, dove combattere contro un altro gigante Angus; una roccia, detta Stivale del Gigante, richiama la leggenda.  Le colonne raggiungono un’altezza massima di 6 metri; la maggior parte è di forma esagonale, ma ve ne sono alcune con quattro, cinque, sette oppure otto lati.

Irlanda, Glenkolumbkille
Irlanda, Glenkolumbkille

Dopo il Sentiero del Gigante, prendiamo la direzione Bushmills per visitare la più antica distilleria di whisky del mondo, quindi Downings con il suo porticciolo, fino ad arrivare a Donegal, base per l’escursione sulle meravigliose verdi scogliere e spiagge del promontorio, fino a Glenkolumbkille.

Irlanda, Cifden
Irlanda, Cifden

Lasciate le verdi scogliere ed i paesaggi rilassanti del Donegal, scendiamo verso sud, direzione Westport, con il suo porto ed i suoi affollatissimi singing pub, poi Clifden con le sue coloratissime case e, seguendo la costa, puntiamo verso Rossaveel, dove potremo imbarcarci per le isole Aran, vento permettendo.

Irlanda, Cliffs of Moher, mappa
Irlanda, Cliffs of Moher, mappa
Irlanda, Cliffs of Moher
Irlanda, Cliffs of Moher

Proseguiamo per Galway, poi verso le famose e straordinarie imponenti scogliere Cliffs of Moher, quindi Bunratty con il suo castello.

Irlanda, Bunratty, il Castello
Irlanda, Bunratty, il Castello
Irlanda, Ring of Kerry, mappa
Irlanda, Ring of Kerry, mappa

Ora ci attende la spettacolare penisola di Dingle, che raggiungeremo puntando verso Tralee, per poi iniziare uno degli itinerari più celebri d’Irlanda: il Ring of Kerry. Il Ring of Kerry saprà stupirvi con i suoi scorci panoramici incantevoli, soprattutto tra Kenmare e Killarney.

Irlanda, Penisola di Dingle
Irlanda, Penisola di Dingle
Irlanda, Ring of Kerry, Kellsbay
Irlanda, Ring of Kerry, Kellsbay

Da Portmagee è possibile prendere il traghetto che, in 45 minuti, porta al Great Skellig Michael, l’isolotto roccioso a punta sulla cui sommità si trova un antico monastero, abbandonato, ma ancora in ottime condizioni; Great Skellig Michael è Patrimonio dell’Umanità Unesco, ma gli accessi sono pochi e a numero chiuso, per info vedi qui; a Great Skellig Michael sono state girate alcune scene del film Star Wars: il risveglio della forza ed è già stato annunciato che sarà la location del prossimo Star Wars.

Puntiamo verso la punta meridionale dell’Irlanda a Mizen Head, da qui andiamo a Skibberen per la sua sabbia bianca ed il mare color smeraldo. Proseguiamo per Cork e poi per la magnifica rocca di Cashel, quindi ci godremo lo splendido paesaggio dei monti Wicklow per arrivare a Glendalough e, se rimane tempo, ci facciamo un giro per l’Upper Lake.

Irlanda, Rocca di Cashel
Irlanda, Rocca di Cashel

A questo punto, non ci rimane che imboccare la strada che ci riporterà a Dublino, dove si conclude la visita a questa bella isola dove natura e paesaggio ci hanno lasciati ammirati per la loro bellezza e varietà.

Se volete fare questo itinerario in gruppo, potete affidarvi al tour operator AvventureNelMondocome feci io.

Cinzia Malaguti

 

N.B.: le foto pubblicate in quest’articolo non sono mie, ma rappresentano i luoghi da me visitati; sono, per lo più, tratte da Wikipedia, non avendo io fatto foto, ma un video (allora ancora in analogico).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *