Cinema – The post

The post è un film sulla libertà di stampa. The post è un film sul coraggio di pubblicare notizie scomode ai governanti. The post racconta la vicenda della pubblicazione travagliata, da parte del The Washington Post, dei Pentagon Papers, documenti governativi statunitensi riservati, rivelatori delle bugie ed omissioni sulla  guerra nel Vietnam. Grande interpretazione di Meryl Streep. Nomination agli Oscar 2018.

The post, scena del film
The post, Maryl Streep in una scena

The post inizia con le bugie sugli sviluppi della guerra nel Vietnam, raccontate all’opinione pubblica dal segretario della difesa McNamara. La guerra sta mietendo vittime tra le forze statunitensi e le cose stanno peggiorando. Nonostante i Pentagon Papers, uno studio governativo di 7000 pagine sulle strategie ed i rapporti del governo federale con il Vietnam, si continua a mandare soldati in una battaglia già persa, tacendo così la verità. L’analista militare, che aveva documentato al governo il reale andamento della guerra, non ci sta e, segretamente, fotocopia e consegna alla stampa i Pentagon Papers, prima al New York Times, poi al The Washington Post. Il New York Times inizia la pubblicazione, ma riceve l’ingiunzione di sospenderla, pena l’oltraggio alla corte. Quando i documenti top secret arrivano al The Washington Post, la decisione di pubblicarli, rendendosi complici di una violazione di legge, oppure non farlo, contravvenendo alla propria missione di giornalisti, è difficile. A dirigere The Waghington Post è Katharine Graham (Meryl Streep), divenuta proprietaria dopo la morte del padre e del marito. La sua decisione è coraggiosa ed ha successo, perché gli altri giornali rilanciano la notizia e l’opinione pubblica se ne fa paladina. Il tribunale chiamato a decidere sulla pubblicazione di documenti coperti da segreto di stato, finisce così per decidere sull’assoluzione delle due testate giornalistiche. Evviva la libertà di stampa perché, come dice la protagonista del film, la stampa è fatta per i governati non per i governanti.

The post, Tom Hanks in una scena

The post ha la regia di Steven Spielberg che riesce a dare ritmo ad una trama impegnata. Maryl Streep, nei panni della direttrice del The Washington Post è superlativa perché riesce bene a rendere il disagio, le difficoltà, la determinazione ed il coraggio della protagonista. Tom Hanks veste i panni del capo-redattore del The Washington Post, una buona interpretazione, ma senza particolari lodi. The post è candidato agli Oscar 2018 quale migliore film e migliore attrice protagonista a Meryl Streep.

Buona visione!

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *