Cinema: Taken 3 – L’ora della verità

Taken 3 è cinema d'azione all'americana con l'interpretazione del bravo Liam Neeson, nei panni del "buono". Taken 3 è sano e consolatorio cinema d'azione americano, dove i buoni vincono sempre contro i cattivi, almeno al cinema.

2122

Taken 3 è cinema d’azione all’americana con l’interpretazione del bravo Liam Neeson, nei panni del “buono”. Taken 3 è sano e consolatorio cinema d’azione americano, dove i buoni vincono sempre contro i cattivi, almeno al cinema.

“Buono” si fa per dire perché la sua ricerca dell’uomo che ha ucciso la ex-moglie è senza tregua e senza paura.

La trama non è per nulla originale e ricorda molto Il fuggitivo con Harrison Ford, ma complessivamente è un film guardabile per la suspense che riesce a creare.

In Taken 3 ritroviamo la famiglia Mills degli altri due Taken, la moglie Lenny, qui ex-moglie, e la figlia Kim, nonché l’ex agente operativo Bryan, interpretato da Liam Neeson. Lenny viene trovata uccisa nel letto dell’ex-marito e dell’omicidio viene accusato proprio l’ex-marito. E’ evidente che non è stato lui, ma la polizia, la CIA e l’FBI sembrano invece crederlo e danno la caccia a lui invece che cercare il vero colpevole. Ci penserà Bryan/Liam a sciogliere il nodo della matassa ed a consegnare il colpevole alla polizia.

Le riprese del film si sono svolte in Spagna (nelle città di Murcia ed Alicante), Francia (negli studios Cité du Cinema di Saint-Denis) e negli Stati Uniti d’America (nelle città di Atlanta e Los Angeles e nell’University of Southern California).

Liam Neeson, d’origine nordirlandese, è nella serie Taken molto lontano dall’interpretazione di Oskar Schindler in Schindler’s list di Steven Spielberg che gli valse la candidatura all’Oscar nel 1994, ma Taken3 è un film commerciale e lui fa il suo dovere.

Taken 3 ha molte leggerezze nel copione, ma si possono accettare se si pensa che è solo un film d’intrattenimento, senza altre pretese.

Cinzia Malaguti