Cinema – Natale da chef

E così anche quest’anno abbiamo il nostro cine-panettone, ma questo Natale da chef l’ho gradito perché finalmente ho visto Massimo Boldi nella parte che più gli viene bene, quella del clown che ha un unico compito, quello di far divertire il pubblico in maniera semplice e non volgare. Biagio Izzo, poi, lo affianca bene con la sua mimica spassosissima. C’è pure Paolo Conticini con i dentini alla Renzi. Da vedere per farsi due sghignazzate di gusto.

Natale da Chef film con Massimo Boldi

La trama è presto detta. Gualtiero Saporito (Massimo Boldi) è uno chef creativo di schifezze, ma si sente incompreso e non demorde; un bel giorno il proprietario di una ditta di catering (Maurizio Casagrande) gli offre il posto di capo cuoco al concorso per sfamare i potenti del G7, nella convinzione di perdere, essendosi accordato con il concorrente per ottenere da lui un prestito in cambio. Il nostro chef creativo è affiancato nell’impresa da un aiuto cuoco che non sente i sapori e gli odori (Biagio Izzo), da un sommelier astemio (Dario Bandiera) che cerca di sedurre una presunta giudice ottantenne (Milena Vukotic) e da una pasticcera che esce dalle torte per gli addii al celibato anziché prepararle (Rocio Munoz Morales) con il marito ignaro e taxista dai dentini alla Renzi (Paolo Conticini). Scenette comiche a gogo. La regia è di Neri Parenti.

Da vedere per ridere un po’, in maniera leggera e senza pretese.

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *