Cinema – Gli sdraiati

Francesca Archibugi porta sul grande schermo un film tratto dal romanzo di Michele Serra Gli sdraiati; senza lodi e senza infamia, il film racconta dell’incomunicabilità generazionale, un tema sempre attuale, ma qui prende di mira l’indolenza, la pigrizia, alla base di questa fatica di contatto generazionale. Claudio Bisio in buona forma anche in un ruolo drammatico.

Claudio Bisio è Giorgio Selva, un conduttore televisivo di successo che, dopo la separazione dalla moglie (Sandra Ceccarelli), ha ottenuto l’affido condiviso del figlio Tito (Gaddo Bacchini), oggi diciassettenne. Il padre cerca generosamente di comunicare con il figlio, anche facendo buon viso a cattivo gioco quando con gli amici lascia sporco e disordine in casa, ma il rapporto pare più peggiorare che migliorare. Il ragazzo si sente troppo pressato dal genitore, sempre col suo fiato sul collo; il padre, per paura di non essere presente, diventa invadente. Una amara fotografia delle difficoltà di comunicazione tra genitori, spesso separati, e figli che ne subiscono le conseguenze, sballottati da una casa all’altra. Il film cerca giustamente di trovare un equilibrio tra i due punti di vista, ma il risultato non va al di là di una semplice amara fotografia.

Cinzia Malaguti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *