Cinema – Amici come prima

Amici come prima è un film divertente, di buona fattura sia nelle forme che nei contenuti; direi che è il miglior film della coppia Boldi-De Sica, frutto di una comicità all’italiana, un po’ auto-ironica e un po’ compiacente, qui con spunti inclusivi e messaggi intelligenti. Amici come prima si discosta dai soliti cine-panettoni, troppo banali e spesso volgari. Lodi alle truccatrici.

Amici come prima, scena del film
Amici come prima, scena del film

Trama. Christian De Sica interpreta il ruolo di un direttore d’albergo licenziato a causa del passaggio ad altro gruppo aziendale, mentre Massimo Boldi è il proprietario dell’albergo, la cui gestione è affidata all’avida figlia Luciana. I destini di Cesare Proietti (Christian De Sica) e Massimo Colombo (Massimo Boldi) si incrociano quando Cesare, esasperato per le inconcludenti ricerche di lavoro, si finge un’altolocata signora di mezza età che viene assunta come badante, lautamente pagata, del pigro-falso paraplegico Massimo. La moglie ed il figlio di Cesare sono all’oscuro di tutto e credono che ancora lavori quale direttore d’albergo, ragion per cui si accavallano situazione tragicomiche. La scoperta dell’inghippo metterà in luce buoni e cattivi sentimenti dei protagonisti.

Amici come prima, scena del film



Amici come prima ha la regia di Christian De Sica, mentre soggetto e sceneggiatura sono frutto di un team di lavoro. Il problema della perdita di lavoro, a causa dell’arrivo di gruppi multinazionali, è molto attuale in Italia ed è a partire da questa realtà che viene intessuta la trama del film. La soluzione trovata dal protagonista non è originale, l’abbiamo già vista in Mrs Doubtfire con Robin Williams, ma vabbè ci può stare. Le scene in esterna sono state girate sul lago di Como.

Buona visione!

Cinzia Malaguti