Cenotes: meraviglie della natura in Messico

Cenotes è il nome che i messicani hanno dato a delle spettacolari piscine naturali che si trovano nella penisola dello Yucatan Messico. Prima che venissero scoperte queste meraviglie della natura, ci si chiedeva come mai i Maya avessero abitato un territorio così privo di fiumi, quindi di acqua, i cenotes sono stati la spiegazione. Si tratta di grotte carsiche collassate che si sono riempite di acqua piovana e, in certe zone, hanno formato pure dei fiumi sotterranei. I Maya li utilizzavano quali rifornimenti di acqua e, come tali, erano considerati luoghi sacri, tanto da essere deputati anche ai sacrifici per propiziarsi la benevolenza degli dei.

cenotes



Il Cenote Sacro, noto anche come Cenote dei sacrifici, si trova nel sito archeologico precolombiano di Chichèn Itza. Nella zona di Playa del Carmen, Quintana Roo, si trovano molti cenotes, tanto da costituire il Cenote Park. Altro cenote famoso è Ik kill che si trova nei pressi di Pisté e di Chichèn Itza.

cenotes

La prima cosa da fare quando entrate in un cenote è tuffarvi in acqua, per rinfrescarvi dalla calura messicana, ma anche per il piacere di immergersi in queste acque dolci cristalline. Se non sapete nuotare, non è un problema; all’esterno potrete noleggiare un giubbotto di salvataggio oppure utilizzare le corde che sono installate, da un’estremità all’altra, che consentono di attaccarvi e restare in sicurezza. In alcune grotte, poi, come quelle di Dzitnup, ci sono delle persone che si occupano della sicurezza. Se volete fare delle immersioni, alcune sono consentite senza certificazione, altre invece richiedono documentazione della propria abilità di sub.

Buona vita!

Cinzia Malaguti