giovedì, agosto 17, 2017

Una società malata all’origine delle stragi in Europa?

Giovani cresciuti in Europa imbracciano armi e fanno stragi in locali pubblici, piazze, aeroporti, metropolitane, alcuni con pretesti religiosi, altri con aneliti di vendetta; sono giovani emarginati e frustrati sui quali il fondamentalismo islamico trova terreno facile, ma non è solo questo. Qui vi propongo un punto di vista sociologico.

Origini della violenza

Un ambiente sfavorevole è in grado di intervenire negativamente anche sullo sviluppo del cervello di un bambino, predisponendolo a commettere, da adulto, crimini violenti. E' questa la tesi sostenuta da Adrian Raine, criminologo e psichiatra, nel suo saggio "L'anatomia della violenza". Ora la risposta deve essere politica: intervenire sulle situazioni di degrado e deprivazione proprie di molte periferie.

Uomini immaturi

Ogni giorno le cronache riportano fatti violenti e omicidi da parte di uomini che uccidono le ex-fidanzate che li hanno lasciati o le mogli che hanno deciso di divorziare. L'omicidio è spesso l'atto finale di comportamenti violenti d'intimidazione che trovano gioco facile nella complessità del rapporto di coppia. Imparare a riconoscere e a non sottovalutare i primi segnali. Il ruolo centrale della scuola.

Svista normativa pedofili impuniti

Riprendo la notizia pubblicata su L'Espresso per fare appello ai legislatori affinché pongano in fretta rimedio all'errore normativo che rende impunibili i pedofili, anche colti in flagranza di reato, qualora la vittima abbia più di dieci anni e meno di quattordici. Un vuoto legislativo che consente ai pedofili di farla franca. Vediamo di cosa si tratta.

Maternità surrogata, il modello inglese

Maternità surrogata è quando il ruolo di madre biologica, di madre gestante e di madre nel quotidiano non è in capo ad un'unica donna. In Italia la legge 40 punisce la surrogazione, ma anche l'Italia si trova, comunque, ad avere a che fare con figli nati da madri surrogate all'estero dove tali pratiche sono ammesse legalmente. Non ha, quindi, senso porre divieti, mentre è più saggio regolarla. Intelligente ed equilibrato è il modello britannico.

Donne che scelgono di non avere figli

Parto dalla mia esperienza per parlare delle donne che scelgono di non avere figli e delle testimonianze raccolte in video sul sito Lunàdigas di due documentariste. In Italia, il 13 per cento delle donne di età compresa tra i 18 ed i 55 anni avrebbe scelto di non avere figli. Scopriamo insieme come e perché.